Con le eliminazioni a sorpresa di Atlético e Real Madrid la Copa del Rey è un’opportunità per chiunque. Già l’edizione scorsa con le uscite anticipate di tutte le big ci ha riservato una finale inedita (ancora da disputare) tra Athletic Bilbao e Real Sociedad, una sorta di match retrò in stile anni ’80 che ha dato una ventata di novità a un calcio troppo fossilizzato sui soliti vincitori. E così per l’edizione di quest’anno la sfida tra Siviglia e Valencia si trasforma in un ottavo di finale di un certo rilievo.

Il format del torneo come abbiamo visto è predisposto a grandi sorprese, ma in questo turno gran parte delle partite sembrano sbilanciate: il Barcellona che punta forte su questa Copa avrà un modesto Rayo Vallecano (in lotta promozione in Segunda) e anche Villarreal, Osasuna, Granada e Athletic avranno squadre di categorie inferiori, mentre le altre gare tra squadre di Liga saranno Valladolid-Levante e Betis-Real Sociedad.

Di fatto quindi Siviglia-Valencia diventa il vero big match di questo turno. Il Siviglia sa che la Copa del Rey è l’occasione più diretta per vincere qualcosa: la Supercoppa Europea è sfuggita in maniera sfortunata e le altre competizioni non sono alla portata dei ragazzi di Lopetegui, che puntano a riportare a casa un trofeo che manca da undici stagioni. L’acquisto del Papu Gómez, che difficilmente sarà della partita, può dare entusiasmo per questo nuovo cammino, che potrebbe diventare anche quello su cui la squadra punterà maggiormente visto che il quarto posto in Liga sembra sostanzialmente già archiviato.

Il Valencia invece ha la grande occasione di salvare una stagione fin qui decisamente problematica. Di fatto sono ancora i campioni in carica del torneo visto che la finale dello scorso anno non si è ancora giocata, ma l’occasione di recitare il ruolo di outsider in un’edizione già priva delle big può fare in modo di dare una nuova motivazione a una squadra che in campionato ha solo due punti sulla zona retrocessione. Fin qui praticamente è stato tutto da buttare ma nei grandi eventi il Valencia ha sempre qualcosa da dire. La partita è da seguire fino in fondo.