Coppa del Re: l’Epifania dei derby

Nel giorno dell’Epifania in Spagna si gioca la Coppa del Re, giunta ormai agli ottavi di finale con un tabellone pieno di insidie.

Los reyes magos (in Spagna sono i re magi a portare i regali al posto della Befana, tradizione tipicamente italiana), consegnano agli amanti del calcio spagnolo ben tre derby in una ricchissima giornata di spettacolo.

Il più sentito ed equilibrato è sicuramente il Derby sevillano: Betis e Siviglia vivono un momento delicato della stagione in cui stanno cercando di ritrovare una dimensione propria dopo le tante delusioni del mese di dicembre. I Béticos in campionato non vincono in casa da inizio settembre, i franjirrojos in trasferta addirittura dal maggio scorso. Ruolo chiave oggi nei simboli sivigliani di ciascuna squadra: Joaquin, emblema del Beticismo, torna dall’infortunio ed è pronto a fare la differenza; Reyes, il più sevillista di tutti, non dovrebbe giocare tutta la partita ma non sbaglia mai le partite che contano. La partita di oggi del Benito Villamarin, dal fascino unico e dalla aspra rivalità, può segnare la svolta per la stagione di entrambe: voglia di riscatto e tanta ambizione per dominare la città e cominciare al meglio questo doppio confronto di Coppa del Re.

Tre giorni dopo lo scontro di campionato sarà derby anche in Catalogna con Barcellona ed Espanyol nuovamente faccia a faccia. Oggi si gioca al Camp Nou e il Barça avrà l’obbligo di cancellare ogni critica e ogni dubbio scaturito dal poco esaltante derby passato. Il prestigio di un ottavo di finale così importante può essere un buon punto di partenza per una grande seconda parte di stagione, soprattutto per l’Espanyol ancora alla ricerca del turning point del proprio cammino. Un Derby come quelli di una volta, fatto di intensità e tanto agonismo nati dall’ultima partita che non ha lasciato contento nessuno.

La Coppa del Re ci regala un derby anche a Madrid e mette di fronte le uniche due squadre della capitale ancora in corsa. Fuori il Getafe e Real Madrid ai sedicesimi, rimangono solamente Rayo Vallecano e Atletico Madrid. La gara d’andata si giocherà alle 22.05 di stasera a Vallecas e la squadra di Paco Jemez cercherà in ogni modo di vendicare la sconfitta di fine dicembre incassata dai colchoneros nel finale di gara. Partita speciale per Diego LLorente, tra i leader del Rayo che ha fatto tutta la trafila delle giovanili con la maglia del Real e sente fortemente il faccia a faccia con gli storici rivali dei merengues. Buon banco di prova per Simeone che può cominciare a sperimentare i nuovi acquisti Kraneviter e Augusto Fernandez per cominciare a rodare il suo nuovo super Atleti.

È la Coppa del Re dei derby, è l’epifania del calcio spettacolo: stasera vincere ha un sapore diverso.

Impostazioni privacy