Nella prima parte del campionato argentino 2016/17 il Belgrano ha messo in evidenza un difensore molto interessante che ha suscitato l’interesse di diversi club anche in Italia: si tratta di Cristian Gabriel Romero, 18enne centrale all’occorrenza terzino che ha conquistato il cuore dei tifosi e che viene considerato come uno dei migliori giovani del paese.

Le caratteristiche di Cristian Gabriel Romero

Cristian Romero è un difensore a tutto tondo con grandi qualità: nel Belgrano in questa stagione ha giocato principalmente come terzino di destra ma nasce come centrale e ha l’impostazione fisica per ricoprire qualsiasi ruolo della difesa. In un suo eventuale futuro europeo potrebbe trasformarsi anche in un centrale esterno per una difesa a 3 viste le sue proprietà duttili e la facilità con cui ricopre entrambi i ruoli. La gavetta come centrale gli permette di essere un terzino sudamericano atipico con grandi conoscenze della fase difensiva e ottimo senso della posizione: nelle sue apparizioni in prima squadra ha dato impressione di avere anche un buon piede e questo lo renderebbe esportabile nel calcio europeo.

Il 2016 è stato il suo anno, soprattutto nell’ultima metà: in estate ha firmato il suo primo contratto da professionista, poi ha trovato anche una forte stabilità nelle convocazioni della nazionale argentina sub 20 nel periodo post olimpico oltre che più di qualche apparizione in prima squadra. A gennaio aveva cominciato ad aggregarsi al gruppo, poi ha trovato uno splendido esordio con l’Independiente e da lì si è capito che era un talento da coccolare.

Le prospettive

Con queste premesse il ragazzo sembra pronto ad un buon futuro: le poche apparizioni in campo però potrebbero essere fallaci e non rendere giustizia ai reali attributi del calciatore. Romero ha sicuramente convinto ma fargli spiccare il volo per l’Europa troppo presto potrebbe essere una seria scommessa. comprarlo adesso significherebbe spendere pochissimo e portarsi a casa un ottimo prospetto ma a 18 anni c’è il rischio che il giocatore si bruci.

In Italia ci ha messo gli occhi soprattutto il Torino che negli ultimi tempi sta guardando molto in Sudamerica.