Sevilla, sponda Betis, poi Madrid, ora Londra con l’Arsenal e tra un anno di nuovo la capitale spagnola. Dani Ceballos è pronto a raccogliere la difficile eredità di Luka Modric: sta generando nei calciofili di tutto il mondo una grande attesa per quella che potrebbe essere la sua versione finale. In estate sembrava ad un passo dall’abbandonare il Real ma Zidane è riuscito a rassicurarlo. Un anno in prestito e poi ritorno alla base per essere protagonista. E quindi i Gunners. Prima gara di campionato vista quasi interamente dalla panchina, esordio da titolare all’Emirates Stadium condito dai dati nella foto sottostante e dal titolo di man of the match, meritatissimo. Il calcio spagnolo sforna talenti a ripetizione, in particolar modo per quanto riguarda la linea mediana, ma qua si ha la sensazione di essere di fronte ad un fenomeno.

Ceballos

Fonte foto: Footbola

Cosa può dare Dani ai Gunners e viceversa

Dani Ceballos è una delle cose migliori che potesse capitare ad Unai Emery. L’Arsenal aveva un centrocampo già molto folto e tecnicamente dotato ma due delle sue stelle, Guendouzi e Torreira, giocano diversi metri indietro rispetto allo spagnolo. Nella sfida contro il Burnley lo abbiamo visto libero di svariare lungo tutto il fronte offensivo (prima mezz’ala destra, dopo una mezz’ora a sinistra).

Rispondendo alla domanda implicita del titolo, lo spagnolo può dare alternative concrete ai Gunners e lo sta già facendo. Oltre alle incredibili doti da passatore, Ceballos ha dimostrato di possedere un’intelligenza tattica nel trovare sempre la giusta posizione in campo (come testimoniano i sette palloni recuperati nell’ultimo turno di Premier League). Questi due fattori, uniti, sono garanzia di successo nel calcio moderno. La squadra del Nord di Londra, invece, può dare al centrocampista quella vetrina che al Real avrebbe faticato a trovare. Tanti minuti ad altissimi livelli, poi la definitiva consacrazione tra un anno quando, con tutta probabilità, Modric sarà costretto a fargli posto.

Una catena di sinistra tutta spagnola: Ceballos e Monreal

Non solo soluzioni differenti, come scritto sopra, ma anche la possibilità di migliorare i compagni con cui dialoga. Nella partita casalinga contro il Burnley abbiamo visto un Nacho Monreal come non si vedeva da diverso tempo. Da quando Ceballos è stato spostato sulla sinistra l’ex terzino del Malaga ha iniziato a surclassare il diretto rivale costruendo una catena di azioni proprio con il giocatore in prestito all’Arsenal. L’intesa tra i due spagnoli sembra già elevatissima, si trovano a meraviglia e sono una minaccia costante per le difese avversarie. Facile pensare che già dalla prossima sfida Emery possa schierare Dani direttamente come interno mancino per sfruttare questo vantaggio. Sicuramente è ancora troppo presto per sbilanciarsi ma le fortune dei Gunners passano, anche, dai piedi del suo numero 8.