David de Gea è sempre più simbolo di questo United

TPrestazioni sublimi e porta inviolata: una delle icone di questo inizio di ripresa del Manchester United è sicuramente David de Gea, sempre più idolo dei tifosi Red Devils. Lo spagnolo negli anni è stato spesso fondamentale per lo United, squadra che ultimamente si stava perdendo tra alti e bassi. Con il nuovo allenatore Solskjær, Pogba&Co sono tornati a intravedere i ritmi di un tempo, ottenendo ben 6 vittorie in 6 partite e riportando così lo United al sesto posto della Premier.

Come già anticipato, uno dei protagonisti di questo United è proprio de Gea. Sono solo 3 i goal incassati dallo spagnolo negli ultimi 6 match, e specialmente nell’ultimo, contro il Tottenham, l’ex Atletico Madrid  ha regalato ai propri tifosi una splendida prestazione. Durante lo scontro con gli uomini di Pochettino ha dato il meglio di sé. Riflessi fulminei, clean sheet e  tanti club che lo vorrebbero in squadra: per lui parlano anche le statistiche. De Gea è per ora il portiere che ha fatto più parate in questa Premier: ben 11 contro gli Spurs, tutte eseguite nel secondo tempo di gara e ancor più curioso è  il fatto che cinque di queste – forse le più difficili –   sono state effettuate con i piedi, salvando dei goal che sembravano già fatti.

Un portiere a tutto tondo dunque, ottimo con le mani ma anche con i piedi, dotato di grande personalità e tanta qualità.

Personalità che viene celebrata anche dai propri compagni, che lo acclamano con divertenti immagini tramite i propri social network. Lukaku e Shaw pubblicano un simpatico disegno in cui l’estremo difensore spagnolo abbassa la saracinesca della sua porta, dove sopra è scritta la frase “chiuso di domenica”.

Anche i giornalisti si divertono, giocando sulla super prestazione del portiere Red Devils, raffigurato come un polpo pronto a parare ogni tiro dei malcapitati Kane e Alli.

Ai giornalisti de Gea dice di non ricordare alcune delle strepitose parate che ha fatto, forse l’emozione causata da  una partita a ritmi sfrenati, ma la verità è che tutti si sono ri – convinti sulla sua figura, specialmente dopo un Mondiale giocato non ai livelli che ci si aspettava. Quella dell ex Atletico si può forse definire come una vera e propria redenzione, Solskjær lo definisce il miglior portiere al mondo e dopo questi 11 strepitose salvataggi possiamo dire che la sua prestazione è stata al limite della perfezione. Tanto lavoro e perseveranza per un portiere che negli anni è sempre stato sotto i riflettori, ora bisognerà seguire il continuo di questa sua stagione e il continuo di questo Manchester United di cui de Gea è ormai un punto di riferimento.
Impostazioni privacy