La seconda semifinale di Champions League metteva di fronte PSG e Manchester City; il club francese, dopo aver superato Barcellona e Bayern Monaco, si trovava di fronte un altro confronto complicato in quello che è sicuramente il percorso più complicato verso la finale. Per i Citizens l’occasione di arrivare in fondo nella competizione che da anni il club sta provando a vincere. Guardiola cercava la rivincita contro Pochettino dopo l’eliminazione subita ai quarti di finale del 2019. Un match dai due volti con il PSG a dominare nel primo tempo prima di crollare nella ripresa. De Bruyne e Mahrez ribaltano i francesi e avvicinano il City in finale.

Il Manchester City vede la finale

Prima Kevin De Bruyne al terzo goal contro il PSG dopo le due reti realizzate nei quarti di finale del 2016, poi Mahrez cresciuto nella periferia disagiata di Parigi. Il Manchester City ribalta lo svantaggio iniziale e mette un piede in finale; i ragazzi di Pochettino hanno tutte le qualità per ribaltare il risultato ma dovranno essere molto più concreti. Il punti di forza dei Citizens, infatti, sono stati la capacità di restare in partita e la bravura di sfruttare le occasioni avute. Questa sera è stata anche la vittoria di Guardiola che si è presentato, come contro il Dortmund, senza una vera e propria punta visto la panchina contemporanea di Aguero, Sterling e Gabriel Jesus. Il primo atto è del City ma per arrivare in fondo serviranno altri novanta minuti di livello.

PSG, è mancata la testa

Una sconfitta che è difficile spiegare se non in due brutti errori di Navas; il portiere del PSG, strepitoso nel doppio confronto con il Bayern, ha regalato entrambi i gol del City complicando la qualificazione dei suoi. Oltre all’estremo difensore anche Gueye ha avuto il suo blackout con un’entrata decisamente pericolosa. Episodi che testimoniano come il club francese sia uscito dal match dopo un primo tempo dominato; un primo tempo dove si è pensato più all’estetica che alla concretezza. Ora, per raggiungere la finale, servirà una piccola impresa ma il City in questa Champions ha vinto sia al Camp Nou sia all’Allianz Arena; un dettaglio che potrebbe fare la differenza.