Il Psv torna a sorridere e batte per 3-0 l’Ado den Haag nell’ultima gara del girone d’andata: gli uomini di Cocu, dopo il pari contro il Groningen, entrano con un piglio diverso e chiudono il match dopo appena 7 minuti grazie a De Jong. L’attaccante, in grande spolvero, regala una doppietta che spiana la strada ai Boren. Alla mezz’ora, Van Ginkel su rigore, si regala il 10° centro in campionato raggiungendo Lozano in testa alla classifica marcatori. Un girone d’andata fantastico per il club di Eindhoven che guadagna vantaggio in attesa del big match tra Ajax e AZ.

PSV NUOVAMENTE AL SUCCESSO: VAN GINKEL CAPOCANNONIERE

Il Psv si regala un successo importantissimo che gli permette di consolidare la prima posizione: i Boren battono l’Ado Den Haag per 3-0 e allungano a +8 su AZ e Ajax in attesa del big match tra le due seconde. Una vittoria pesante che permette al club di Eindhoven di guadagnare terreno o su un’avversaria o su entrambe in caso di pareggio.

Gli uomini di Cocu scendono in campo con un piglio diverso rispetto al Groningen e dominano per tutti i 90 minuti, senza crollare nella ripresa. La prima frazione di gioco viene decisa dopo appena 7 minuti dal fischio d’inizio con De Jong in rete per ben 2 volte: il bomber del Philips Stadion, firma il taccuino dei marcatori tornando ad incidere pesantemente sulle sorti di un match. La punta olandese, al quarto centro in campionato, sta ritrovando la sua vena realizzativa che potrebbe essere fondamentale per il reparto offensivo dei biancorossi dal quale latita da circa un anno e mezzo. Alla mezz’ora, i conti vengono chiusi da Van Ginkel su calcio di rigore: il centrocampista è infermabile con il 10° gol in Eredivisie. Lozano viene raggiunto in classifica marcatori e il Psv, in questo momento, occupa con i suoi giocatori le prime 3 posizioni dei cannonieri stagionali. 29 reti quelle realizzate tra Lozano, Van Ginkel e Locadia dei 47 messi in fondo al sacco fin ora. La difesa, risponde alle critiche, e resta inviolata dopo 2 partite con 6 gol totali al passivo. Ritornano i vecchi equilibri, quelli che erano un po’ mancati con Ajax e Groningen e che avevano portato nelle casse del club solo un punto dei 6 disponibili. La sistuazione sembra essere tornata alla normalità con i padroni di casa spietati e cinici in fase offensiva e attenti e solidi in quella arretrata. Grande lavoro di Van Ginkel che colletta perfettamente il ruolo di interditore con quello da trequartista. Cocu sorride in vista di AZ-Ajax e si gode la penultima vittoria dell’anno prima della sosta invernale.

L’Ado Den Haag non può fare nient’altro che arrendersi allo strapotere tecnico della capolista: Groenendijk, dopo appena 7 minuti, si trova in doppio svantaggio per mano di un De Jong super e spietato. I gialloverdi devono rallentare e bloccano la loro serie positiva di due successi consecutive, ritrovando l’amaro della sconfitta. C’è poco da recriminare all’undici ospite che non è mai entrato nel vivo dell’incontro ed è stato in balia dell’avversario per tutti i 45 minuti della prima frazione di gioco. Nella ripresa, con un parziale di 3-0, la reazione arriva ma soprattutto per un ritmo più basso del Psv che si è limitato a gestire la gara, caratteristica che mancò contro il Groningen. Peccato per la poca personalità del Den Haag che non può far altro che tornare a casa con la coda tra le gambe chiudendo il girone d’andata con un ottima posizione in classifica.