DFB Pokal: Bayer avanti con Bailey. Il Werder risponde presente

Non solo Der Klassiker nella seconda giornata di ottavi di finale di Dfb Pokal. I riflettori si sono accesi anche sul Borussia Park, dove il Mönchengladbach è caduto contro un Leverkusen in stato di grazia: 14 risultati utili consecutivi tra tutte le competizioni. Gli uomini di Herrlich hanno sofferto per buona parte della gara gli assalti dei Fohlen in una gara giocata molto sui capovolgimenti di fronte. L’equilibrio tra le due squadre in campo è stato rotto solo a venti minuti dal termine dal solito decisivo Leon Bailey. Il giamaicano ha siglato il gol dello 0-1 finale con il classico taglio da sinistra su azione di ripartenza, innescato da un eccellente Kevin Volland. In cattedra è salito però Baumgartlinger, padrone assoluto del centrocampo e utilissimo schermo per evitare facili ricezioni di Stindl e gli spunti di Cuisance, posizionato tra le linee.

Per la squadra di Hecking si tratta della terza sconfitta nelle ultime cinque gare e una cocente delusione, ma per il Borussia il Bayer sembra maledetto, almeno per quest’anno. Il 21 ottobre infatti le aspirine hanno vinto di rimonta per 1-5 a Mönchengladbach, con Bailey ancora una volta in gol. Per il giamaicano si tratta del terzo gol in due gare dopo la doppietta ad Hannover.

Non solo Bailey e il Bayer: ok anche il Werder e l’Eintracht

Tra le altre qualificate di giornata c’è il Werder Brema dell’ottimo Kohfeldt, che batte il Friburgo in casa per 3-2 riuscendo a fermare la striscia positiva di cinque risultati utili della squadra di Streich. Non è bastato il gol su rigore di Nils Petersen (il quarto dal dischetto sugli otto realizzati nelle ultime sei gare), visto che il Werder ha agito benissimo di rimessa andando subito avanti sul 2-0 prima di archiviare la pratica con Bargfrede. Quarta vittoria negli ultimi sette impegni per la squadra di Kohfeldt.

 A completare il quadro c’è l’Eintracht Francoforte, che ha dovuto sudarsi la qualificazione contro l’Heidenheim, squadra di 2.Bundesliga che ha portato gli uomini di Kovac fino ai supplementari prima di arrendersi. L’1-2 finale, con tutte le reti arrivate nei supplementari, è stato firmato da Sebastien Haller, ancora una volta decisivo per le sorti delle Adler nei minuti finali.

Impostazioni privacy