Doppio Clásico in semifinale: spettacolo in Copa del Rey

Che semifinali! Una Copa del Rey bellissima, avvincente nel campo e negli accoppiamenti. Il tabellone è stato completato oggi con l’ultimo sorteggio della stagione avvenuto allo stadio Benito Villamarín di Siviglia, luogo della finale del prossimo maggio che rappresenta una svolta storica per questa coppa visto che mai prima d’ora si era svolto un sorteggio organizzato dalla Rfef (la Federcalcio spagnola) fuori dalla città di Madrid.

E tra le squadre in corsa c’è proprio il Betis, la squadra di casa al Villamarín e possibile rivelazione di questa Copa del Rey: ha pescato il Valencia, evitando così di affrontare una tra Real e Barcellona prima della finale, dove con il pubblico a favore potrebbe riequilibrare le distanze sul campo. Questo significa però che Real e Barça si affronteranno in un doppio Clásico in semifinale, per un febbraio all’insegna del grande calcio.

Andata il 6 al Camp Nou, ritorno il 27 al Bernabéu, in palio un posto in finale: vista la crescita del Real di Solari e la strapotenza attuale del Barça di Valverde si può solamente immaginare uno scontro di puro spettacolo tra le due squadre che hanno dominato il calcio di questo decennio. Più bella vedere due volte una partita di questo livello o una sola volta ma con la coppa in palio? Difficilissimo scegliere, ma questa Copa del Rey ha scelto per l’opzione del raddoppio. L’ultima volta che si sono affrontate è stata l’edizione 2014 dove addirittura si contesero la finale con vittoria dei Blancos; l’ultimo doppio confronto è invece dell’anno prima a campi invertiti rispetto a ciò che accadrà in questo mese, ma con esito identico a quello del 2014, ossia il passaggio del Real.

Il livello di quest’anno è altissimo con quattro semifinaliste d’eccellenza: le due più forti e le due grandi rivelazioni della scorsa stagione, entrambe capaci di giocare un calcio di grande qualità. I quarti di finale già ci hanno consegnato delle partite di livello internazionale, ora si fa sul serio con l’obiettivo di arrivare a Siviglia il prossimo maggio.

Impostazioni privacy