Una partita fondamentale per entrambe le squadre. La Roma, dopo aver vinto in rimonta la gara di andata, voleva completare l’opera per raggiungere la seconda semifinale europea negli ultimi tre anni dopo quella di Champions nella stagione 2017-2018. I giallorossi avevano bisogno di una gran partita per avere la meglio su una squadra pronta a giocarsi tutte le proprie chance per ribaltare il risultato maturato alla Johan Cruijff Arena; l’Ajax, infatti, si presentava a questo appuntamento con la voglia di dimostrare come la sconfitta di settimana scorsa sia stata un semplice incidente di percorso all’interno di una stagione che potrebbe essere da sogno. Alla fine di novanta minuti di pura intensità passa la Roma che, grazie al gol di Dzeko, raggiunge la semifinale dove affronterà lo United.

Dzeko, un gol per la qualificazione

Era la partita più importante della stagione, fino a questo momento; così è stato definito questo match da Fonseca e l’importanza si è fatta sentire. Non è stata la miglior Roma della stagione ma, alla fine, è arrivata la qualificazione. Una semifinale raggiunta con la voglia e la cattiveria della grande squadra; i ragazzi di Fonseca hanno saputo soffrire per poi colpire nel momento più importante del match. A risolvere la situazione è stato Dzeko; l’attaccante bosniaco non sta vivendo la sua miglior stagione tra covid, infortunio e litigio con Fonseca ma dimostra di essere indispensabile per la squadra. Il suo è stato un gol storico considerando che la Roma non raggiungeva la semifinale dalla stagione 1990-91 quando la competizione ancora si chiamava Coppa Uefa.

Il percorso della Roma in Europa League è andato in crescendo e ora affronterà l’avversario più duro, il Manchester United. Saranno centottanta minuti complicati in cui servirà la perfezione per raggiungere la finale; i giallorossi, però, hanno le carte per potersela giocare soprattutto con questo Dzeko.