Si chiudono i sedicesimi di finale di Europa League: le olandesi bene a metà con un passaggio agli ottavi e un’eliminazione. L’Ajax vince alla Johan Cruijff Arena replicando il 2-1 dell’andata: il Lille non riesce ad arginare gli ajacidi che convincono con un buon calcio. Discorso diverso per il Psv che sfiora il miracolo e crolla all’88’: vittoria inutile con l’Olympiakos che butta fuori i Boeren autori di un’ottima gara.

EUROPA LEAGUE CHE CONTINUA PER L’AJAX: PSV FUORI TRA TANTI RIMPIANTI

Una serata europea tra gioie e dolori per le olandesi che esultano a metà: l’Ajax, forte del 2-1 dell’andata, replica il medesimo risultato in Olanda ed elimina il Lille, primo in Ligue 1. La formazione di Ten Hag ha dimostrato di essere in un ottimo stato di forma: Eredivisie quasi ipotecata, semifinale di KNVB Beker e, ora, ottavi di finale di Europa League. I biancorossi di Amsterdam rischiano qualcosa contro i francesi, ma sono più cinici, con il vantaggio di Klaassen dopo appena un quarto d’ora che batte Maignan di testa. Con la realizzazione, i padroni di casa, prendono coraggio e regalano un bel calcio con passaggi precisi, sicuri e verticali che permettono di sfiorare il raddoppio già nella prima frazione di gioco. Nella ripresa si svegliano gli ospiti che però fanno difficoltà ad impensierire Stekelenburg, sempre molto attento. L’occasione di riaprire il match arriva al 78′ con Yazici che sigla l’1-1 da calcio di rigore. L’Ajax non si scompone e comincia a far girare palla fino al 2-1 definitivo di Neres, posizionato in attacco per l’assenza di Haller, dovuta all’errore delle liste commessa da Overmars. Il successo permette agli ajacidi di centrare gli ottavi di finale di Europa League e di sperare in un sorteggio clemente: da evitare Tottenham e Manchester United, ma anche la Roma potrebbe essere un’incognita da non sottovalutare.

Gioia strozzata in gola per il Psv che accarezza il miracolo e si sveglia a pochi passi dal traguardo con un Olympiakos che la scampa a 2 minuti dalla fine. Gli uomini di Schmidt hanno tante recriminazioni: l’andata è stata completamente regalata ai greci e un ritorno super non è bastano per poter proseguire l’avvertura in Europa. Il primo tempo, al Philips Stadion, è in completo dominio dei padroni di casa che non lasciano spazi agli ospiti: a salire in cattedra è il solito Zahavi che regala una doppietta che fa sognare tutta Eindhoven, chiudendo i primi 45 minuti con 2 reti di vantaggio. L’israeliano si ripete dopo le due marcature dell’andata che avevano tenuto a galla le speranze dei biancorossi olandesi. Nella ripresa, l’Olympiakos si risveglia ma non riesce a centrare la porta con Schmidt che inizia a credere nell’impresa: peccato che tutto venga vanificato all’88’ con Koka autore del definitivo 2-1. Cambio azzeccato per il tecnico Martins che aveva inserito il ragazzo solamente 8 minuti prima. Batosta incredibile per il Psv che vede sfumare gli ottavi di finale ad un passo dal traguardo: adesso i Boeren possono concentrarsi solo sul campionato, cercando di recuperare un Ajax che potrebbe essere distratto dai numerosi impegni.