Giornata calda in Bundesliga; in attesa di Lipsia-Bayern Monaco, al Signal Iduna Park ci si gioca una fetta importante di Champions League. Il Borussia Dortmund ha una sola possibilità, vincere per non perdere definitivamente il treno quarto posto; per l’Eintracht Francoforte, invece, la possibilità di mettere sette punti di vantaggio rispetto al BVB e avvicinare, in maniera piuttosto sensibile, la qualificazione alla più importante competizione internazionale. Haaland contro André Silva, ventuno gol a testa; il quarto posto passa dai loro gol. Alla fine è stata la punta dell’Eintracht a decidere la sfida; vittoria fondamentale perché mette una seria ipoteca sulla qualificazione delle Adler alla prossima Champions League.

Eintracht, la Champions è più vicina

L’Eintracht ha dimostrato di essere una grande squadra; vincere al Signal Iduna Park, nonostante il Dortmund non sia proprio la squadra più affidabile del mondo, resta un risultato veramente importante. Il successo di oggi, inoltre, vale doppio perché permette alle Adler di allungare proprio sul BVB. Sette punti di vantaggio rappresentano un margine decisamente significativo da proteggere da qui fino alla fine della stagione. Ora l’errore da non commettere è quello di rilassarsi; André Silva e compagni devono continuare a giocare in questa maniera perché il traguardo, dopo oggi, è veramente vicino.

Dortmund, sconfitta pesantissima

Considerando come l’impegno in Champions League sia piuttosto proibitivo, l’unico modo per tornare in Europa dalla porta principale era vincere oggi. Obiettivo fallito dopo una prestazione da Dortmund; il BVB, infatti, ci ha abituato a prestazioni del genere in partite in cui serviva dare una svolta. L’assenza di Sancho e un Haaland in un momento complicato non possono bastare a giustificare quanto visto oggi. Da qui a fine stagione Terzic dovrà lavorare tantissimo sull’aspetto mentale (da sempre punto debole di questa squadra) per non rischiare un crollo totale. La qualificazione all’Europa League non può essere mancata