L’Eredivisie è ancora ferma, mentre gli altri campionati riprendono e si rimettono in moto. Nel frattempo abbiamo modo di analizzare meglio la prima parte di stagione e, questa volta, parliamo di Dessers. L’attaccante belga si è messo in mostra per aver riportato il NAC Breda nella massima divisione olandese a suon di gol. L’impatto con l’Eredivisie non è stato eccezionale, nonostante il passaggio al’Utrecht: il trasferimento all’Heracles ha messo la punta nella condizione giusta per enfatizzare la sua grande dote di finalizzatore.

DESSERS RITORNA IN VETTA: CAPOCANNONIERE E RIVALSA SULL’UTRECHT

Si iniziò a parlare di Dessers quando il NAC Breda si impose nei playoff promozione riuscendo a tornare in Eredivisie dopo una lunga assenza. Dopo un attimo impatto in Eerste Divisie con 22 centri in 36 partite, il ragazzo si confermò nei playoff promozione con ben 7 sigilli in 4 gare.

L’Utrecht fiutò subito l’affare e lo strappò alla concorrenza nell’estate della stagione 2017-2018, ma il salto di categoria bloccò l’estro della punta: in due anni di contratto 14 reti in 47 presenze con i biancorossi non soddisfatti a pieno dal rendimento del ragazzo. Dessers aveva patito il livello più alto della competizione e uno schema che non lo metteva al centro della manovra: i compagni lo cercavano poco ed era costretto a finalizzare le poche occasioni che gli si ponevano tra i piedi.

I biancorossi, sotto la guida di Van den Brom, decidono di fare a meno dell’attaccante, messo nel mirino dall’Heracles, alla ricerca di un nuovo terminale offensivo. Dessers non ci pensa due volte ed accetta il trasferimento con un contratto di tre anni con opzione per il quarto. L’attuale stagione parte con lui sempre titolare in un 4-3-3 offensivo: i compagni di reparto, Mario Junior e Dos Santos, giocano su di lui, premiando i suoi inserimenti e il suo ottimo senso della posizione. La fiducia viene ripagata ampiamente con ben 12 reti e il primato nella classifica cannonieri: Dessers, nelle ultime 7 partite di Eredivisie, ha siglato 7 gol con una doppietta e una tripletta a carico. Ottimo impatto anche in KNVB Beker dove ha eliminato il Waalwijk (doppietta nel 4-3 finale) e il Dordrecht (una rete nel 3-0 finale). Il suo apporto è stato fondamentale e ha permesso all’Heracles di puntare ai playoff Europa League per tentare la qualificazione nella seconda competizione europea. La settima piazza, valida per questo traguardo, dista solo 3 lunghezze ed è occupata dall’Utrecht, ex formazione dell’attaccante. Sarebbe una grande soddisfazione riuscire a qualificarsi buttando fuori proprio la società che non ha creduto nelle sue potenzialità. Dessers ha davanti una seconda parte di anno ricca di opportunità: saperle sfruttare lo porterebbe a consolidare definitivamente la sua posizione tra i migliori cannonieri dell’Eredivisie, con un occhio rivolto alla nazionale nigeriana che ha deciso di rappresentare proprio nel dicembre del 2019.