Eredivisie, si affrontano i club più in forma: Feyenoord-Heerenveen

L’Eredivisie, dopo il bellissimo big match di domenica scorsa tra Feyenoord e Ajax, non delude neanche questa settimana: infatti, alle 14.30, scenderanno in campo nuovamente gli 11 di Rotterdam contro l’Heerenveen. I due club sono quelli che stanno attraversando il miglior momento di forma. La vittoria è d’obbligo sia per i padroni di casa che per gli ospiti: i primi, con il successo, riporterebbero l’Ajax a 5 punti consolindando il primato (i lancieri hanno una partita in più al momento). I secondi vogliono agganciare nuovamente il terzo posto con il Psv (una partita in più) e riaprire un campionato che si dava già per blindato. Andiamo a vedere come si presentano le squadre al match…

UN SUCCESSO PER CONTINUARE A SOGNARE

Il Feyenoord sta dominando questa Eredivisie: lo schiacciasassi di Rotterdam ha frenato solo alla decima giornata contro l’Ajax pareggiando per 1-1. Fin qui i numeri sono paurosi con 2,6 gol di media a partita e con 4 reti subite in 10 gare. Dopo il piccolo stop contro la formazione della capitale, i biancorossi hanno vinto il derby di Coppa d’Olanda contro l’Excelsior, risorgendo con un sonoro 4-0. Sembra recuperato del tutto Elia, autore di una rete e di diversi assist. Le sgaloppate sulla fascia, insieme a Toornstra sono essenziali per Jorgensen, vero mattatore d’area. Kuyt tornerà a prendere le redini del centrocampo coadiuvato dalla forza e corsa di Vilhena. El Ahmadi potrebbe godere di un turno di riposo dopo la prestazione poco brillante contro l’Ajax. Serve tirare un po’ il fiato e per questo si tiene caldo Kramer, che non ha mai fatto rimpiangere il collega. Jones abbassa la saracinesca della porta e davanti a lui si erige il muro composto da Kongolo, Botteghin, Van der Heijden e Karsdorp. Van Bronckhorst punterà tutto sulla velocità, sulle corsie esterne e sulla grande finalizzazione di Jorgensen che dovrà tornare a trascinare gli 11 in campo. L’Ajax ha già vinto e ha accorciato le distanze portandosi a 2 lunghezze. Essenziale per il club di Rotterdam centrare il successo per non farsi scivolare dalle mani un’Eredivisie agguantata con forza e tenacia.

Dall’altra parte della barricata, l’Heerenveen sta vivendo un momento di grandissima forma. La formazione biancoblu ha totalizzato 21 punti in 10 gare ed e non vuole rallentare il passo. Il Psv, con una partita in più, ha guadagnato 3 lunghezze di vantaggio, volando in terza posizione solitaria. L’obiettivo è quello di non mollare il club di Eindhoven e continuare a stupire come mai accaduto negli ultimi anni di storia. 22 reti all’attivo e 9 al passivo, testimoniano il grande lavoro di Streppel su ogni reparto della rosa, che giungeva da una stagione poco entusiasmante. Ora serve il salto di qualità, ora si misura la maturità raggiunta nella delicata sfida dello Stadion Feijenoord. Un successo permetterebbe all’Heerenveen di raggiungere gli uomini di Cocu e riaprirebbe un’Eredivisie che sembrava salda nelle mani del Feyenoord. Nessuna variazione nello schema con un tridente di grande garanzia: Zeneli, Larsson e Ghoochannejhan che vantano 14 delle 22 reti realizzate. Subito dietro, sulla linea mediana, non mancheranno Kobayashi e Van Amersfoort. Al centro, per gestire il gioco e dettare i tempi, c’è posto solo per l’ex Psv Schaars. Mulder difenderà i pali con una difesa a 4 composta da Marzo, Bijker, van Aken e St Juste. In coppa d’Olanda, l’Heerenveen ha potuto dare spazio ad un po’ di turnover in vista del delicatissimo match di questa domenica. La vittoria per 2-1 contro l’Eindhoven ha dato maggior sicurezza ad una rosa che non vuole fermarsi e che si trova permettamente a proprio agio in quelle zone di classifica. Il rischio è solo uno: soffrire di vertigini.

I PRECEDENTI IN EREDIVISIE

Analizzando le sfide dal 1998 ad oggi, si sono disputate, in casa del Feyenoord, ben 20 sfide contro l’Heerenveen tendendo presente anche le gare di coppa d’Olanda. La formazione di casa vanta ben 11 successi, 6 pari e 3 sconfitte. Lo Stadion Feijenoord sembra essere maledetto per i biancoblu. I 3 punti con il più largo numero di gol risale al 2010, precisamente al 2 maggio. In Eredivisie, pesantissimo 6-2 rimediato dall’Heerenveen. In quella giornata andarono in rete Makaay con una tripletta, De Vrij (ora in forza alla Lazio), Andrè Bahia e Tomasson. Ad rendere meno pesante il passivo furono Elm e Grindheim. Ecco il video della gara in questione:

L’unica vera soddisfazione per gli ospiti, risale in Coppa d’Olanda nel 2009, il 20 gennaio. Un secco 3-0  che permise all’Heerenveen di accedere ai quarti di finale. Quell’anno, la formazione vinse la competizione battendo ai rigori il Twente dopo uno spettacolare 2-2 andato in onda nei 120 minuti di gioco. Vecchie conoscenze in gara? Elia, ora in forza al Feyenoord che segno il momentaneo pareggio al 55′ e Kalou, ex Chelsea che siglò il 2-1 al 115′.

 

Impostazioni privacy