Tre anni lontano dalla sua Barcellona prima di ritornare come campione: i blaugrana ritrovano Eric García, talento della Masia ritornato a parametro zero alla casa base. Oltre a essere nato nella città catalana, il difensore ha mosso i primi passi nel mondo del calcio proprio con il Barça che adesso si prepara a lanciarlo nel mondo di grandi.

García ha vestito per la prima volta la maglia del Barcellona nel 2008, quando aveva appena 7 anni e da quel momento è sempre stato il capitano indiscusso di tutte le squadre giovanili in cui ha giocato. Sintomo forte di un grande attaccamento a quei colori e di una leadership che si è costruito nel tempo studiando scrupolosamente le mosse dei suoi più grandi riferimenti nel mondo del calcio, Javier Mascherano e Carles Puyol. Nomi non di poco conto, specialmente per un ragazzo nato e cresciuto con il blaugrana cucito addosso.

Ed è proprio il grande legame con il club catalano ad averlo portato al Manchester City nel 2018, sotto la guida di Pep Guardiola che ha allevato per la sua ex squadra uno dei difensori più promettenti del futuro. Quello in Premier League è stato un passaggio fondamentale per la breve carriera di Eric García: era partito dalla Spagna come un grande talento ancora da scoprire, ci ritorna tre anni più tardi con poche presenze in prima squadra, ma comunque da vincitore di un campionato, tre Coppe di Lega, un Community Shield e una finale di Champions League raggiunta, tutti traguardi che a 20 anni lo hanno aiutato a maturare e a crescere sul piano del gioco ma soprattutto su quello caratteriale.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Eric Garcia Martret (@ericgm3)

E non è un caso che sul contratto del difensore sia stata applicata una clausola da 400 milioni di euro, una sorta di sigillo di garanzia da parte del Barça che ancora una volta vuole scommettere tutto su un giocatore cresciuto in casa. In balugrana ritroverà l’amico di sempre Ansu Fati: con lui Eric García ha condiviso il percorso delle giovanili per 5 anni e lo ha ritrovato poi da avversario nella Youth League quando vestiva la maglia del Manchester City. I due ora si ritroveranno di nuovo dalla stessa parte e il difensore potrà giocare ancora al fianco di Sergio Aguero, un altro parametro zero arrivato dalla stessa squadra e con il quale ha condiviso gli anni in Premier League. Talento, grinta e vogli di far bene: Eric García è finalmente tornato e adesso sogna di vincere anche con la maglia del suo cuore.