Chi viene e chi va: esclusi eccellenti e grandi ritorni in nazionale

All’inizio di una nuova stagione non possono mancare le novità, neanche nelle nazionali. Le qualificazioni ai Mondiali saranno la cornice principale di questi giorni e i protagonisti saranno i soliti noti ma anche volti inattesi: nelle varie liste di convocati infatti figurano illustri esclusi ma anche impensati ritorni che rendono questo primo turno di nazionali della stagione che porta al Mondiale tremendamente interessante. Andiamo a scoprire le sorprese.

Gli esclusi

A guidare la lista degli esclusi illustri c’è sicuramente Gonzalo Higuain. Il suo rapporto con i tifosi argentini è piuttosto complicato e per la prima di Sampaoli il Pipita non è stato considerato. Sicuramente avrà modo di tornare visto l’inizio convincente di stagione ma per ora la scelta di Mauro Icardi lascia dubbi sulla sua presenza al Mondiale.

Poi altro pezzo da 90 che mancherà in queste due partite di nazionali è Radja Nainggolan. Il belga della Roma è in aperta polemica col CT Martinez che sembra inspiegabilmente non considerarlo. Il romanista ha aperto ad una sua possibile partecipazione al Mondiale ma vuole sapere direttamente dall’allenatore se rientra o meno nei piani. La sua esclusione dai 23 per il Mondiale sarebbe clamorosa ma da quando Wilmots ha lasciato la panchina la musica sembra essere questa.

Non ci sarà neanche Manuel Neuer, non al meglio delle condizioni fisiche per quanto disponibile ma lasciato fuori in via precauzionale. Low si fida della sua squadra e sa che potrà superare gli impegni in Repubblica Ceca e con la Norvegia anche senza il suo portierone.

Discorso a parte per la Francia che per scelte o per abbondanza deve fare sfilze di esclusi. Il più noto è sicuramente Benzema, ma non è certo una novità. Assieme al 9 del Real mancheranno anche Dembele per “scarsa condizione” così come Sissoko e Martial, quest’ultimo protagonista di un grande avvio di stagione ma fuori dai convocati.

Infine c’è Rooney: il suo addio alla nazionale è cosa nota e questa sarà la prima Inghilterra ufficialmente orfana del suo ex capitano.

I grandi ritorni

Non solo esclusi come detto ma anche big che tornano per un nuovo ballo con i colori della propria nazione.

Il più sorprendente è quello di David Villa, più per una questione di concorrenza che di livello del calciatore visto che in MLS il Guaje sta registrando record su record in ambito di gol fatti. La convocazione di Lopetegui è un premio ai suoi ultimi anni al top e chissà che non possa prendere parte anche alla super sfida del Bernabeu contro di noi.

Torna in nazionale anche Robin Van Persie, assente da quasi due anni (ultima presenza datata ottobre 2015 nella sconfitta con la Repubblica Ceca per 3-2) grazie alla piena fiducia di Advocaat che lo elogia come “uno dei migliori olandesi in circolazione”.

Infine ultima menzione per il ritorno di Arda Turan con la Turchia. Il calciatore del Barcellona aveva annunciato il suo ritiro dalla nazionale ma l’addio in panchina di Terim e l’arrivo di Lucescu lo hanno spinto a cambiare idea. L’obiettivo adesso è prendersi il Mondiale.

Impostazioni privacy