Eterno Walter: la sua doppietta affossa la capolista

Nello splendido girone d’andata dell’Atletico Paranaense trova uno spazio da protagonista anche Walter, autore della doppietta decisiva nel big match contro il Corinthians.

Proprio lui, il centravanti che ha preferito coltivare la sua passione per i dolci alla forma fisica e che non si vergogna di giocare eternamente sovrappeso. La sua storia è nota a tutti ma lui continua a mangiare ciambelle e biscotti prima di andare a dormire e a fare gol senza scrupoli quando scende in campo.

Walter è ancora protagonista, ogni giorno sorprendendo sempre di più: ha 29 anni anche se sembra che giochi da una vita. Aveva segnato solo un gol in questo Brasileirao ma un veterano del gol come lui sa sempre quale è il momento giusto per tornare a far parlare di sé.

Ne ha fatto le spese il Corinthians, capolista solo da 5 giorni costretta ad abbandonare in fretta il trono: due gol alla sua maniera, da rapace d’area sfruttando le distrazioni di una difesa che stavolta ha traballato.

Giocare a Coritiba a casa dell’Atletico Paranaense è complicato per tutti come dimostra l’imbattibilità interna del Furaçao: nelle grandi occasioni la squadra paranaense non sbaglia un colpo e adesso che ha ritrovato i gol di Walter può seriamente ambire a qualcosa di importante.

Sesto posto in classifica ad una sola lunghezza dalla zona Copa Libertadores anche se Gremio e Flamengo devono ancora disputare il loro incontro in questa giornata: un sogno rincorso ad occhi aperti quello del Furaçao che nonostante la cessione di Ewandro ha trovato continuità e adesso sa di non dover inceppare negli errori di un anno fa che portarono ad un girone di ritorno quasi disastroso.

C’è una marcia in più e sono le reti di Walter, il terminale offensivo perfetto per una squadra che allarga il gioco e infila cross rasoterra per il suo piattone. Perché lui ama mangiare i dolci ma difficilmente si mangia i gol.

Impostazioni privacy