Euro 2024 perde due stelle: Maguire e Grealish out

Inghilterra del calcio sotto choc. Grealish e Maguire saltano Euro 2024, una scelta che rischia di spostare gli equilibri e i pronostici del prossimo europeo. La notizia era nell’aria: lo stato fisico e certezze offerte dai due calciatori non lasciavano spazio all’ottimismo e il commissario tecnico della nazionale dei tre Leoni Gareth Southgate ha dissipato i (pochi, come sostengono al di là della Manica) dubbi una conferenza stampa.

Maguire e Grealish, scelte dolorose ma inevitabili

Due scelte dolorose, ma che, preso atto dello stato fisico dei calciatori di Manchester United e Manchester City si è resa inevitabile anche se con matrici diverse. Di natura fisica, la scelta legata a Maguire. Il taglio di Grealish è figlio anche di una certa mancanza di fiducia. Il 31 enne difensore centrale non si è mai pienamente ripreso dall’infortunio occorsogli nello scorso aprile che gli ha anche impedito di essere presente nella sfida contro il City di Grealish nella finale di FA CUP.

Una questione anche di fiducia

Southgate, come Guardiola non si è fidato al 100% di Grealish. Il tecnico del City non lo ha schierato né contro il Tottenham né contro il West Ham. Il centrocampista creativo è sceso in campo con l’Inghilterra nella vittoria per 3-0 sulla Bosnia, guadagnandosi elogi per la sua prestazione ma i complimenti non sono stati evidentemente sufficienti a convincere Southgate. Al netto delle condizioni fisiche, la stagione di Grealish non è stata comunque esattamente indimenticabile: 20 presenze in Premier League con la sua squadra in questa stagione, segnando tre gol e in generale ha giocato solo dieci minuti nelle ultime cinque partite. Troppo pochi per sperare in una convocazione.

La delusione degli esclusi

Gareth Southgate ct Inghilterra
Immagine | Epa

Southgate ha convocato 33 calciatori. Sono dunque ben sette, i tagli. Comprensibile la delusione degli esclusi e c’è chi non si è fatto mancare, come consuetudine nel calcio 2.0, di manifestare il proprio dissenso attraverso i social. È il caso del centrocampista del Tottenham James Maddison, 27 anni. In un post sui social media, Maddison si è sfogato così: “Devastato non basta. Pensavo ancora che ci sarebbe stato spazio per me in una squadra di 26 giocatori perché sentivo e sento ancora di portare qualcosa di diverso e di essere stato un pilastro nel percorso di qualificazione per Euro 2024 in Germania, ma l’allenatore ha preso una decisione e devo rispettarla. Tornerò, non ho dubbi”. L’Inghilterra è inserita nel gruppo C della competizione. L’esordio è previsto contro la Serbia a Gelsenkirchen il 16 giugno, prima delle partite contro la Danimarca il 20 giugno e la Slovenia il 25 giugno.

Impostazioni privacy