Continua la folle rincorsa all’Europa League dell’Everton che supera anche il Leicester. A Goodison Park gli uomini di Carlo Ancelotti proseguono nell’inseguimento al settimo posto, attualmente occupato dall’Arsenal (che oggi ha vinto 4-0 con il Norwich). Un gol di Richarlison da calcio di rigore ed uno di Sigurdsson bastano alle Toffees per avere la meglio sulla formazione di Brendan Rodgers. Da quando è ripartita la Premier League le Foxes non hanno mai vinto: due pareggi, contro Watford e Brighton, e la sconfitta odierna. Una mini crisi aggravata anche dalla prematura uscita dalla FA Cup per mano del Chelsea. Ad oggi il quarto posto non è a rischio ma va subito invertita la rotta.

Ancelotti ha cambiato la stagione dell’Everton

Solitamente il Natale porta doni ma nel caso dell’Everton quest’anno ha portato un allenatore di livello mondiale. Lo scorso Boxing Day Carlo Ancelotti si è seduto sulla panchina di Goodison Park per la prima volta (1-0 contro il Burnley) e da quel momento è iniziata la sua rivoluzione. Le Toffees occupavano i bassifondi della classifica ma con il coach italiano sono prima riusciti a staccare la zona retrocessione e poi ad avvicinarsi al settimo posto, distante ora solo due punti.

Da quando è ripresa la Premier League l’Everton ha ingranato fin da subito la marcia. Pareggio nel derby contro il Liverpool, vittoria contro il Norwich e successo contro il Leicester. Sette punti che pesano tantissimo nella corsa alla prossima Europa League, obiettivo del club ad inizio stagione. Sicuramente se Ancelotti dovesse riuscire a centrarlo si aprirebbero prospettive estremamente interessanti per l’annata che verrà.

Anche perché la dirigenza delle Toffees ha investito svariate decine di milioni nelle ultime campagne acquisti anche per giocatori che sono finiti ai margini della rosa. L’ex allenatore del Napoli si è dimostrato abile anche nel reintegrarli. Esempio lampante venuto fuori dalla gara odierna è quello di Sigurdsson: da quando è arrivato Ancelotti si è preso tantissimi minuti ed oggi è anche riuscito a realizzare il primo gol con la maglia dell’Everton in questa stagione. Per puntare all’Europa servirà anche l’aiuto del talento islandese.