La Copa de la Liga Profesional si prepara a vivere, nella 7^ giornata, il weekend più frenetico, passionale e teso del suo calendario: è la Fecha de Clásicos, dove ogni squadra incontra la sua rivale.

La scelta di concentrare tutti i derby nella stessa giornata non è una novità: si era già verificata in altre edizioni del campionato in passato. Ciò che, invece, rende ancor più infuocato (se possibile) il clima è il format della competizione, con le squadre rivali divise nelle due zone A e B, con solo le prime 4 di ogni gruppo che si qualificheranno per la fase ad eliminazione diretta. L’incrocio interzonale di questa 7^ giornata, quindi, potrebbe essere l’unica occasione di trionfare sulla controparte in un clásico.

Saranno 14 i match di giornata: tra di essi, alcuni derby storici del fútbol argentino, altri meno conosciuti e, per esigenza di calendario, anche alcuni accoppiamenti dove non c’è una vera e propria rivalità consolidata se non dovuta alla vicinanza o a qualche precedente. Di seguito, i 5 clásicos per eccellenza del campionato argentino:

Superclásico: River Plate – Boca Juniors

Quella tra Millonarios e Xeneizes è la rivalità più importante, sentita e conosciuta del Paese e non solo: The Sun l’ha definita “l’esperienza sportiva più intensa al mondo”. Il Superclásico ha spesso rappresentato una tappa obbligata per la vittoria di titoli nazionali ed internazionali: dall’indimenticabile finale di Copa Libertadores 2018 al precedente dello scorso anno in Copa Argentina.

Il bilancio complessivo parla di 256 partite, con 84 vittorie del River, 89 vittorie del Boca e 83 pareggi. L’ultimo precedente, nella scorsa Liga Profesional, è terminato 2-1  in favore della Banda con doppietta di Julián Álvarez e rete di Zambrano per gli Azul y Oro.

Si giocherà al Monumental, con calcio d’inizio domenica 20 marzo alle 23 ora italiana.

Clásico de Avellaneda: Independiente – Racing Club

Avellaneda è una delle poche città d’Argentina in cui le due squadre più tifate non sono Boca e River, bensì il Rojo e la Académia, la cui rivalità trascende anche i confini fisici, vista l’esigua distanza che, notoriamente, divide i loro stadi: tra la Doble Visera e il Cilindro ci sono circa 300 metri.

Nel corso di 230 partite, si registrano 88 vittorie dell’Independiente, 68 affermazioni del Racing e 74 pareggi. Nello scorso campionato, è stato il Diablo Rojo a spuntarla, con l’1-0 firmato da Silvio Romero.

Il teatro della sfida sarà il Libertadores de América: appuntamento la notte tra sabato 19 e domenica 20 marzo alle 00:45 ora italiana.

Clásico Rosarino: Rosario Central – Newell’s Old Boys

A Rosario chi non tifa una tra Central e Newell’s fa parte di un’esigua minoranza: il clásico si vive 365 giorni l’anno, anche nella vita quotidiana. È considerato il più pericoloso tra i derby, a causa dei numerosi (e spesso gravi) incidenti occorsi in passato dentro e fuori lo stadio.

Canalla e Lepra hanno incrociato i guantoni per 271 volte nella loro storia: 92 vittorie del Rosario Central, 76 vittorie del Newell’s Old Boys, 101 pareggi, tra cui anche quello del 2021 (1-1 con reti di Castro e Martínez), ultimo precedente tra i due club.

Domenica 20 marzo il Gigante de Arroyito si accenderà per l’ennesimo capitolo di questa rivalità, quando da noi saranno le 18.

Clásico Platense: Gimnasia La Plata – Estudiantes

La città di La Plata è un altro porto franco dall’influenza delle big “esterne”: il tifo è dominato da Gimnasia ed Estudiantes. Il Pincha è imbattuto in casa contro il Lobo da 18 anni: l’ultima sconfitta risale al 2003 e la statistica non è destinata (almeno per un’altra partita) ad essere ritoccata, visto che giocheranno in trasferta.

Lo storico tra i due club parla di 182 precedenti, con 50 vittorie del Gimnasia, 66 trionfi dell’Estudiantes e 66 pareggi. Finito in un pirotecnico pareggio anche l’ultimo clásico del 2021: un 4-4 da record in cui si è distinto il Pulga Rodríguez con una tripletta.

Appuntamento alle 20:15 (ora italiana) di domenica 20 marzo, sul prato del Bosque di La Plata.

Clásico de Barrio: San Lorenzo – Huracán

Fondati nello stesso anno (1908) in quartieri limitrofi (Almagro e Nueva Pompeya), il Ciclón ed il Globo sono legati da una rivalità geografica: anche i rispettivi primi stadi e luoghi di aggregazione delle tifoserie erano a pochi isolati di distanza. È il clásico più importante d’Argentina per somma di trofei vinti dalle due rivali.

In più di un secolo di storia, le squadre si sono affrontate 184 volte: 86 le vittorie del San Lorenzo, 47 quelle dell’Huracán, 50 i pareggi. Nella Liga Profesional 2021, è stato il Globo ad avere la meglio: 2-1 con reti di Cristaldo e Candia.

Sabato 19 marzo le squadre scenderanno in campo al Nuevo Gasometro a partire dalle 20:15 ora italiana.

 

Giacomo Cobianchi – Fútbol Argentino Italia