Il Feyenoord si aggiudica, nuovamente, il derby di Rotterdam contro uno Sparta che viene travolto al De Kuip: gli ospiti scivolano in classifica e, adesso, rischiano di rimanere coinvolti nella lotta per non retrocedere insieme ad un PEC Zwolle in netta ripresa e ad un Fortuna Sittard che sta dando nuovi segnali di vita. Intanto, i Rotterdammers avvicinano ulteriormente il Psv che dista una sola lunghezza: il successo permette anche di distanziare il Twente che si è avvicinato pericolosamente al terzo posto.

TIL TRASCINA IL FEYENOORD: IL CENTROCAMPISTA È IL NUOVO CAPOCANNONIERE DELL’EREDIVISIE

Slot non molla il sogno di poter alzare al cielo il titolo di campione d’Olanda: l’allenatore ha nel suo mirino l’Ajax, nonostante le troppe lunghezze perse durante la stagione. Nonostante tutto, però, i Rotterdammers stanno dicendo la loro e, adesso, vedono benissimo il Psv che resta ad un solo punto di distanza dopo il ko rimediato contro l’AZ Alkmaar. I biancorossi di Rotterdam non sbagliano nel derby e affossano ancora di più i cugini dello Sparta che rischiano seriamente di tornare in Eerste Divisie, come fece già l’Excelsior solo un annetto fa.

Al De Kuip, la supremazia del Feyenoord si vede sin dai primi minuti con un tasso tecnico e una cattiveria che non mettono mai in discussione l’esito della gara. A sbloccare l’incontro ci pensa Kocku dopo appena 4 giri di orologio e, prima del quarto d’ora, arriva anche il raddoppio di Jahanbakhsh su perfetto suggerimento di Sinisterra. I rivali sono in uno stato di confusione ben visibile: il divario tecnico è enorme e il secondo peggior attacco dell’Eredivisie non può impensierire la terza forza del campionato. Nella ripresa non cambia nulla con i Rotterdammers che non hanno pietà e dilagano, colpendo a morte un avversario già morente: sale in cattedra Til che sigilla il trionfo con una doppietta e il definitivo 4-0. Il centrocampista testimonia ancora quanto sia stato importante il suo inserimento in una rosa che da subito ha puntato su di lui: il suo vizio del gol è stato sfruttato a pieno da Slot che ha reso i suoi inserimenti ancora più letali. Il ragazzo balza in testa alla classifica cannonieri con 13 realizzazioni e due assist: ovvio che il tutto sia stato facilitato dall’assenza di Haller, impegnato nella Coppa d’Africa e fermo a quota 12.

Il triplice fischio è solo un sospiro di sollievo per lo Sparta che può evitare un’imbarcata ancora più pesante. Slot può ritenersi soddisfatto con il suo Feyenoord che mette la freccia ed è pronto a sorpassare il Psv: la possibilità di accedere ai preliminari di Champions è sempre più viva, soprattutto dopo la crisi che ha travolto i Boeren che resteranno senza Schmidt al termine della stagione.