Quarto successo consecutivo per il Feyenoord che torna in seconda posizione, aspettando che il Psv scenda in campo contro l’Heereveen. I ragazzi di Slot impiegano meno di un’ora per archiviare la pratica contro un Cambuur troppo inferiore per intimorire i Rotterdammers: momento di crisi per i gialloblu con solo 2 punti nelle ultime 5 partite e tre sconfitte di fila.

IL FEYENOORD BALZA AL SECONDO POSTO: CAMBUUR LONTANO DAI PLAYOFF DI CONFERENCE LEAGUE

Il Feyenoord continua la sua rincorsa personale all’Ajax che, però, mantiene le distanze, restando saldo in prima posizione: i Rotterdammers mettono in cassaforte altri 3 punti che potrebbero valere il sorpasso sul Psv, chiamato a vincere al Philips Stadion contro l’Heerenveen. Contro il Cambuur, al De Kuip, finisce 3-1 con i padroni di casa che archiviano la pratica prima dell’ora di gioco con un tris che non lascia scampo agli avversari, in caduta libera e nella prima crisi stagionale dopo una partenza che aveva lasciato tutti di stucco.

Ad iniziare la rimonta ci pensa Sinisterra che approfitta di un perfetto suggerimento di Kocku, sempre più in forma dopo il ritorno in campo dalla sosta invernale. Il turco si mette anche in proprio con il 2-0 prima del duplice fischio: 6° centro in Eredivisie, 5 dei quali nelle ultime 4 partite. Una vera e propria rinascita per il ragazzo che era calato vistosamente di tono dopo la sua esplosione di due anni fa. Slot è riuscito a recuperarlo e a motivarlo, trovandogli la giusta collocazione in campo ed esaltando le sue doti con il 4-2-3-1 che vede il giovane davanti alla difesa, libero di impostare e di inserirsi in fase offensiva. Nella ripresa, il tris viene calato da Jahanbakhsh che è ancora al di sotto delle sue capacità, ma sta ritrovando quel fiuto del gol che lo portò a conquistare il titolo di capocannoniere nel campionato 2017-2018 con 21 realizzazioni. Il Cambuur, inferiore sia tatticamente che tecnicamente, ha provato in tutti i modi ad arginare lo strapotere degli avversari, non riuscendo nell’ardua impresa: i gialloblu crollano in classifica vedendo i playoff di Conference League sempre più lontani, nonostante un incredibile inizio di torneo. A rendere il passivo meno pesante è Boere, colui che aveva sbloccato il match e che aveva illuso i suoi compagni di poter espugnare il De Kuip.

Il Feyenoord sorride, strappa il secondo posto e attende il Psv, costretto a vincere contro l’Heerenveen per effettuare un controsorpasso. Peccato per i tanti punti persi per strada che hanno permesso all’Ajax di mettere un importante divario di punti: 6 lunghezze dividono le due compagini. Nulla è ancora scritto, ma sembra quasi impossibile che i campioni d’Olanda possano rallentare ancora, lasciando nuovamente la vetta della classifica in mano ad una formazione rivale.