La Svezia, dopo il buon punto ottenuto contro la Spagna, tornava in campo per sfidare la Slovacchia; per Isak e compagni la voglia di ottenere i tre punti per avvicinare la qualificazione agli ottavi di finale. Stesso obiettivo dei ragazzi di Tarkovic alla ricerca di conferma a seguito dell’ottimo successo contro la Polonia nella gara d’esordio. Non è stata una grandissima partita a livello estetico ma, con la Svezia in campo, è difficile vedere bel gioco. A differenza del primo match, però, la nazionale svedese è riuscita a proporre qualcosa di diverso ottenendo una vittoria importantissima. Il rigore di Forsberg regala il primo posto del girone e avvicina sensibilmente la qualificazione alla fase finale. Si complica, invece, il cammino della Slovacchia costretta a fare punti la prossima giornata contro la Spagna; non proprio una missione semplice.

Forsberg, gol pesantissimo

Il piano partita della Svezia, indipendentemente dall’avversario, è principalmente non prendere gol. Anche oggi la missione è riuscita grazie all’organizzazione di gioco di una nazionale che non permette all’avversario di giocare nel migliore dei modi. Questo pomeriggio, però, i ragazzi di Andersson hanno potuto anche proporre una discreta manovra offensiva grazie alla qualità di giocatori come Isak, Quaison e Forsberg. Proprio il talento del Lipsia, con un calcio di rigore, ha trovato un gol pesantissimo per il cammino in questo europeo. Al momento la Svezia, con un solo gol fatto e nessuno subito, è in testa al girone; gli ottavi sono ad un passo e la sensazione è che, nel peggiore dei casi, la nazionale si qualificherà come una delle migliori terze.

Slovacchia, si complica il cammino

Non può essere soddisfatta, invece, la Slovacchia; Hamsik e compagni hanno sprecato una grande chance dopo il successo nella gara d’esordio. Non è riuscito nulla questo pomeriggio con la nazionale incapace di creare pericoli alla difesa avversaria. Tarkovic non è riuscito a trovare le giuste contromisure ad una Svezia a cui sembra veramente complicato fare gol. Ora per gli ottavi di finale si fa più complicata soprattutto perché all’ultima giornata ci sarà la Spagna; servirà la partita perfetta.