Gabriel Heinze esonerato dall’Atlanta United dopo 6 mesi

Dopo 6 mesi a dir poco travagliati, si è conclusa con l’esonero l’avventura di Gabriel Heinze sulla panchina dell’Atlanta United.
L’ex difensore di PSG, Manchester United e Real Madrid approdava in MLS nel dicembre del 2020, dopo un paio di stagioni abbastanza convincenti in patria dove aveva ottenuto prima la promozione nella massima seria con l’Argentinos Juniors e poi due qualificazioni consecutive alla Copa Sudamericana con il Velez Sarsfield.

Con l’arrivo del tecnico argentino, le ambizioni per il club della Georgia erano quelle di ritornare ai livelli, altissimi del passato recente che li aveva visti vincitori della MLS, della U.S Open Cup e della Campeones Cup dopo alcuni mesi di appannamento.

L’inizio di stagione, nell’Aprile del 2021, con 3 vittorie in 4 partite tra MLS e CONCACAF aveva fatto ben sperare e sembrava poter prospettare una nuova stagione di successi per l’Atlanta United.
Tuttavia così non è stato, anzi, le cose sono rapidamente precipitate per Heinze e per il club.
Tra il 27 aprile e il 4 maggio sono arrivate prima l’eliminazione dalla CONCACAF a vantaggio del Philadelphia Union, vittorioso ad Atlanta per 3-0 nella gara d’andata e poi la prima sconfitta in campionato sul campo del New England Revolution.
Da lì in poi, nelle successive 11 partite il ruolino di marcia è stato impietoso: 1 sola vittoria, 3 sconfitte e 7 pareggi che hanno fatto scivolare l’Atlanta addirittura al 19esimo posto in campionato.

La goccia che ha fatto poi traboccare un vaso già stracolmo è stata la decisione di Gabriel Heinze di escludere dagli allenamenti la stella, nonché miglior marcatore della storia del club con 92 gol segnati dal 2017, Josef Martinez. 

Scarsi risultati, un record negativo di 8 partite senza vittorie, il complicato rapporto con il centravanti venezuelano hanno inevitabilmente portato all’esonero arrivato il 18 luglio.
A sostituire l’ex difensore dell’Albiceleste sulla panchina dell’Atlanta è stato chiamato ad interim, l’assistente allenatore Rob Valentino che è adesso chiamato ad risollevare le sorti di una stagione che sembra ormai parecchio compromessa per il club vincitore della MLS  2018.

 

 

 

 

Impostazioni privacy