Hapoel Be’er Sheva, I prossimi avversari dell’inter si impongono 3-0

L’Hapoel Be’er Sheva, a ormai pochi giorni dall’esordio alla fase a gironi dell’Europa League contro una squadra storica del calcio europeo come l’Inter, porta a casa una schiacciante vittoria in campionato. Ieri infatti, durante la terza giornata della Ligat Ha’Al, i campioni in carica di Israele hanno surclassato il Bnei Saknin con un secco 3-0. Tutti e tre i goal arrivano nella ripresa e tutti e tre vengono messi a segno dall’attaccante nigeriano Anthony Nwakaeme al 49′, al 80′ e al 85′, un risultato che gioverà sicuramente al morale in vista della prossima sfida contro l’nter. L’Hapoel Be’er Sheva è salito così momentaneamente in testa al massimo campionato di Israele, in attesa di sapere quale sarà il risultato odierno del Ma Maccabi Tel Aviv la principale contendente al titolo.

I tre goal di Anthony Nwakaeme,  non devono però illudere, basta guardare il suo curriculum per capire che i goal non sono la sua prerogativa principale. Attaccante sicuramente utile alla squadra, molto forte fisicamente, ma nella sua modesta carriera, tra Romania e Israele, non ha mai segnato moltissimo, basti pensare che nella sua migliore stagione, ovvero la scorsa, ha segnato 8 reti in 26 presenze.

L’Hapoel Be’er Sheva è una squadra comunque temibile e da non sottovalutare assolutamente, ha avuto una crescita esponenziale da quando la presidentessa Alona Barkat ha rilevato il club nel 2007 nella serie cadetta di Israele riuscendo a portarla alla conquista dello scorso campionato, un titolo che mancava addirittura dalla stagione ’75-76, interrompendo il dominio del Maccabi Tel Aviv, che durava da tre anni. L’Hapoel ha dimostrato di poter dire la sua anche in campo internazionale, ha disputato infatti degli ottimi preliminari di Champions League, venendo eliminata soltanto ai play-off dopo un tracollo al Celtic Park per 5-2. Nella gara di ritorno, fra le mura amiche, hanno creato comunque parecchi grattacapi agli Hoops, vincendo 2-0 e sfiorando un’impresa storica.

Un impegno tutt’altro che semplice dunque per la squadra di Frank de Boer, che non sta vivendo un particolare momento di forma, vietato sottovalutare l’avversario.

Impostazioni privacy