Hoffenheim, un uno a zero che vale tantissimo

Minimo risultato, massimo sforzo: lo potremmo definire così il successo dell’Hoffenheim sul Bayer Leverkusen. Una vittoria che porta i ragazzi di Julian Nagelsmann a meno uno dal terzo posto e meno quattro dal secondo. Una partita giocata ad alti ritmi, soprattutto nel primo tempo, ma con poche occasioni da rete. Alla fine è bastato un goal molto casuale di Wagner a portare i suoi ragazzi sempre più in alto in classifica. Continua a perdere punti, invece, il Bayer Leverkusen che con questa sconfitta dice probabilmente addio ai sogni di qualificarsi alla prossima Europa League (molto dipenderà da quanto farà l’Eintracht nel match contro l’Amburgo).

Hoffenheim, continua il sogno

Dalla salvezza alla Champions League? L’Hoffenheim sta dimostrando che si può fare; il quarto posto dei ragazzi di Nagelsmann è assolutamente meritato e, nelle prossime giornate, la posizione di classifica potrebbe anche essere più bella dal momento che i Blau sono ad un solo punto dal terzo posto. Con la salvezza ormai acquisita da tempo, l’Hoffenheim sta giocando con la testa libera consapevole che questa stagione può diventare storica. Squadra compatta che oltre ad esprimersi bene fa anche giocar male l’avversario di turno, i Blau vogliono continuare la loro rincorsa verso la prossima Champions League. Un sogno che può diventare realtà.

Bayer Leverkusen, quell’ultima occasione rischia di essere fatale

E ora? Adesso la qualificazione alla prossima Europa League è veramente difficile. Oggi era uno spartiacque fondamentale per i Werkself che, con la sconfitta odierna, si allontanano sempre di più dal sesto posto. Una gara giocata male (esclusi i primi venti minuti in cui il Bayer ha provato a fare qualcosa); i ragazzi di Korkut, bloccati psicologicamente, non sono riusciti ad esprimere il loro gioco e alla fine escono con l’amaro in bocca. L’occassione sprecata sul finale da Hernandez rischia di essere fatale per le ambizioni europee del Leverkusen.

Impostazioni privacy