La sconfitta casalinga contro il Darmstadt poteva essere pesante da digerire; l’Holstein Kiel, infatti, aveva visto sfuggire la possibilità di qualificarsi alla Bundesliga senza dover passare dal tanto temuto spareggio (che fu già fatale nel 2018 quando la squadra si arrese al Wolfsburg). Questa volta sembra che il playoff possa portare bene ad un club che vuole ottenere la prima storica qualificazione al massimo campionato tedesco. Il successo in casa del Colonia è un primo grande passo verso il paradiso ma attenzione a farsi prendere dall’entusiasmo; mancano ancora novanta minuti e l’Holstein Kiel ha già dimostrato di sapersi fare male da sola.

Holstein Kiel, novanta minuti dal sogno

Una partita giocata con cuore, determinazione e tanta voglia di fare la storia; l’Holstein Kiel ha rischiato ma alla fine ha avuto la meglio grazie alla rete di Simon Lorenz. Un gol arrivato neanche un minuto dopo il suo ingresso in campo; un segnale, forse, di come questo può essere veramente l’anno buono per prendersi la Bundesliga. Quello, però, che ha stupito è stata la capacità di soffrire di una squadra che nelle ultime due settimane aveva lanciato pericolosi segnali dal punto di vista difensivo; oggi la porta è rimasta inviolata anche grazie ad un pizzico di fortuna ma si vedeva, sin dal primo minuto, uno spirito diverso in quella che potrebbe essere la serata più importante nella storia del club.

Sabato ci sarà il ritorno e per l’Holstein Kiel sarà fondamentale scendere in campo nella stessa maniera vista questa sera perché il Colonia proverà a ribaltare il risultato e i ragazzi di Ole Werner partiranno, per forza di cose, con i favori del pronostico. Serviranno altri novanta minuti perfetti per coronare un sogno atteso da anni e che solo tre anni fa è stato strappato sul più bello. Dal Wolfsburg al Colonia; lo spareggio questa volta può essere la porta del paradiso