Bruno Fernandes e Gundogan, leader nelle rispettiva squadre. Il portoghese sta trascinando il Manchester United a suon di gol e assist mentre l’ex Borussia Dortmund rappresenta una delle chiavi per spiegare la svolta avuta dai Citizens rispetto ad una prima parte di stagione piuttosto altalenante. Venticinque gol in due e la possibilità di scrivere un record particolare nella città di Manchester. In Premier League, infatti, non sono tanti i centrocampisti con una grande media realizzativa. Andiamo a vedere chi, negli ultimi quattordici anni, è stato determinante a suon di gol.

Premier League, i centrocampisti più prolifici

Arteta

(Photo credit should read GRAHAM STUART/AFP via Getty Images)

Attuale allenatore dell’Arsenal, in passato è stato bandiera dei Gunners ma anche dell’Everton. Con la maglia dei Toffees ha vissuto una delle sue migliori stagioni nel 2006-2007 non tanto per il piazzamento in classifica (sesto posto) ma a livello realizzativo. Il centrocampista spagnolo, infatti, mise a segno sedici gol. Giocatore dotato di ottima tecnica che aveva, tra i suoi punti di forza, l’inserimento e la capacità di calciare le punizioni.

Gerrard

(Photo credit should read steve parkin/AFP via Getty Images)

Nel 2009 la Premier League venne vinta dal Manchester United che chiuse il campionato a quota novanta punti; più quattro sui Reds che, però, si consolarono con l’incredibile stagione di Gerrard. Lo storico capitano del Liverpool è stato uno dei giocatori più completi nel panorama calcistico a livello mondiale; qualità, forza fisica, intelligenza tattica e capacità di inserimento per un centrocampista che in quell’anno realizzò ben sedici gol.

Lampard 

(Photo credit should read CARL COURT/AFP via Getty Images)

Altro centrocampista che, insieme a Gerrard, ha scritto la storia della Premier League è stato Frank Lampard. La storica bandiera dei Blues (con cui ha fatto molto meglio da giocatore che da allenatore) ha avuto grande merito, insieme ad un certo Didier Drogba, per la conquista della Premier League. Ventidue gol e una sensazione di dominio assoluto in mezzo al campo.

Charlie Adam

Una stagione difficile per il Blackpool che terminò il campionato 2010-11 al penultimo posto con la conseguente retrocessione. Non tutto, però, fu da buttare per una squadra capace di trovare due giocatori da venticinque gol complessivi. Il più sorprendente fu Charlie Adam, centrocampista che non ha mai avuto grandi medie realizzative; con il Blackpool, però, aveva trovato la sua isola felice e in quella stagione realizzo dodici reti

Yaya Touré

(Photo by Alex Livesey/Getty Images)

Una corsa a tre vinta dal Manchester City; i Citizens, nel 2014, vinsero la Premier con due punti di vantaggio su un Liverpool trascinato da uno straordinario Suarez. Nella lotta al titolo si rivelò determinante Yaya Touré, giocatore straordinario per forza fisica, intelligenza tattica e capacità di battere le punizioni. Il centrocampista ivoriano terminò quel campionato realizzando ben venti gol. Quando si dice che per vincere serve un centrocampista forte andate, basta pensare a Yaya Touré.

Pogba

(Photo by Michael Regan/Getty Images)

In questa stagione sta vivendo delle difficoltà dovute ad una posizione tattica a lui non congeniale; quando parliamo di Pogba, però, parliamo di un centrocampista di assoluta qualità che farebbe comodo a molte squadre europee. In maglia United ha vissuto la sua miglior stagione nel 2018-19 quando chiuse la Premier con tredici gol; miglior marcatore di una squadra che chiuse il campionato al sesto posto.