Non è stata una partita semplice quella giocata dalla Germania nei quarti di finale dell’Europeo Under-21; contro una Danimarca capace di chiudere il girone a punteggio pieno, i ragazzi di Kuntz hanno dimostrato grande carattere avendo la meglio ai calci di rigore. I tedeschi non partivano con i favori del pronostico ma, come spesso capito in questa situazione, sono riusciti a spuntarla grazie alla parata di Dahmen, estremo difensore del Mainz, e al rigore di Paul Jaeckel. Ora in semifinale la sfida all’Olanda già affrontata nel girone; Boadu e compagni sono riusciti nell’impresa di eliminare i favoriti della Francia. Per la Germania, però, non sembrano esserci ostacoli impossibili da superare.

Germania, cuore e orgoglio

La Germania è stata per ben due volte ad un passo dall’eliminazione ma, in entrambi i casi, ha trovato il modo di rialzarsi. Prima con
Nmecha che, a due minuti dalla fine, ha trovato il gol del pareggio portando la sfida ai supplementari e poi nella lotteria dei rigori dove i tedeschi erano partita subito con un errore. Questa nazionale, però, non ha mai mollato dimostrando un carattere e una voglia fondamentali a questo punto della competizione. Baku e compagni non sono mai usciti dalla partita e questa forza mentale è sicuramente il punto di forza di un gruppo deciso ad andare oltre le difficoltà. Contro l’Olanda sarà un’altra sfida complicata perché i ragazzi di van de Looi si presenteranno con il morale a mille dopo aver avuto la meglio sulla Francia. Serviranno altri novanta e forse più minuti giocati ad alta intensità per raggiungere la finale.

Dopo aver superato il girone grazie ad una migliore differenza reti rispetto alla Romania, il passaggio del turno al termine di una serie di quattordici rigori. In questo europeo l’arma in più della Germania è il carattere.