Il ventitré agosto scorso si giocarono la finale di Champions League, questa sera il match valeva l’andata dei quarti di finale. Bayern Monaco e PSG si affrontavano in quella che, per i francesi, è una rivincita. Sfida affascinante nonostante entrambe le squadre abbiano assenze importanti: Lewandowski e Gnabry da una parte, Florenzi, Icardi, Paredes e Verratti dall’altra. I bavaresi, dopo aver chiuso il discorso Meisterschale con il successo sul Lipsia, volevano confermare di essere i più forte al mondo; per i francesi, invece, la voglia di riscatto post Lille. Sotto l’insolita neve di aprile abbiamo assistito a novanta minuti bellissimi, con continui ribaltamenti di fronte; alla fine ci ha pensato Mbappé a trascinare il PSG all’Allianz Arena. Una vittoria importante ma contro il Bayern non è mai finita.

Mbappé, una doppietta con vista semifinale

Un gol con la complicità di Neuer e uno da vero fenomeno; Mbappé, con la sua doppietta, permette al PSG di avvicinarsi alla semifinale. Il tre a due all’Allianz Arena è un risultato sicuramente importante ma non definitivo sia perché il club francese ci ha abituato a dei clamorosi black-out sia per la forza del Bayern Monaco che darà tutto prima di alzare bandiera bianca. Questa sera i ragazzi di Pochettino hanno sfruttato al meglio le loro caratteristiche; tra una settimana servirà un’altra grande prestazione perché i bavaresi sono una squadra dura a morire.

Bayern Monaco, serve l’impresa

Le assenze di Lewandowski e Gnabry uniti agli infortuni di Goretzka e Süle hanno complicato un match già difficile in partenza. Il Bayern Monaco, però, ha giocato una grandissima partita sprecando tantissime occasioni; una sconfitta che fa male ma lascia ancora aperta qualche speranza in ottica passaggio del turno. I ragazzi di Flick, infatti, hanno tutte le possibilità per ribaltare il risultato e continuare l’avventura europea. Servirà l’impresa ma il Bayern è sicuramente in grado di compierla.