Turno infrasettimanale in Bundesliga e alla BayArena si affrontavano due squadre alla ricerca di una precisa identità. Il Leverkusen, dopo la sconfitta contro il Bayern Monaco, si è letteralmente sciolto ottenendo un solo punto nelle successive quattro sfide; un bilancio che ha riportato con i piedi per terra i ragazzi di Bosz. Discorso simile per il Borussia Dortmund a cui non è bastato neanche il cambio di allenatore per trovare la definitiva continuità a livello di risultati. Match giocato a ritmi alti, come era prevedibile, in cui hanno avuto la meglio i padroni di casa. Una vittoria per rinascere e creare scompiglio nei piani alti della classifica.

Leverkusen, tre punti per ripartire

Successo sofferto ma di fondamentale importanza per il futuro stagionale del Bayer Leverkusen; tre punti che consentono ai ragazzi di Bosz di ripartire dopo un periodo complicato in cui la squadra non sembrava più esprimere il gioco con cui si era candidato per la lotta al titolo. Dopo questa sera il primo posto dista quattro punti ma il Bayern ha una partita in meno; le ambizioni di Schick e compagni, però, devono essere proiettate sul terminare la stagione tra le prime quattro e, senza i classici blackout che caratterizzano il DNA della squadra, è sicuramente un obiettivo alla portata.

Borussia Dortmund, un copione già visto

Nelle ultime due partite il Borussia Dortmund ha prodotto intorno alle quaranta occasioni da gol. Risultato? Un punto in due partite e quarto posto a rischio (l’Union Berlino può superare il BVB in caso di successo con il Lipsia). Gli ultimi centottanta minuti delle Wespen hanno mostrato uno dei tanti limiti di questa squadra, la poca cattiveria sotto porta; quando Haaland non riesce a trovare la via della rete viene meno il principale finalizzatore di gioco. Oggi non è bastato neanche il goal di Brandt, ex di giornata, ad evitare la sconfitta.