La sconfitta del Bayern Monaco contro l’Eintracht Francoforte regalava al Lipsia una grande chance; i ragazzi di Nagelsmann, infatti, con una vittoria potevano andare a meno due dalla vetta riaprendo definitivamente la Bundesliga. Contro l’Hertha, però, serviva una grande prestazione considerando la necessita da parte di Khedira e compagni di conquistare punti preziosi per la salvezza. Alla fine hanno vinto i Roten bravi a sfruttare l’occasione tornando pienamente in corsa per il Meisterschale. E’ stata la solita partita del Lipsia impermeabile in difesa e costantemente pericoloso davanti nonostante il problema attaccanti continui a persistere; la squadra però continua a vincere e ora la distanza dal Bayern è minima.

Lipsia, prova di maturità

Non era una partita facile, dopo la brutta sconfitta in Champions League con il Liverpool e l’obbligo di dover vincere per rientrare definitivamente in corsa. Il Lipsia non ha sbagliato ottenendo tre punti fondamentali perché, al momento, i ragazzi di Nagelsmann sembrano più in forma di un Bayern Monaco stanco e colpito da vari infortuni. Questo è il momento di approfittarne vincendo più partite possibili perché queste occasioni non capitano spesso; un tre a zero netto per mettere pressione ai bavaresi e dimostrare come la sconfitta in Europa sia stato solamente un incidente di percorso. Il Lipsia ha vinto con le sue armi: la difesa e i gol che arrivano da tutti tranne che dagli attaccanti. Il fatto che la punta più prolifica, Poulsen, abbia segnato solo quattro gol rende ancora più importante quanto sta facendo un gruppo che non ha nessuna intenzione di mollare. Ora il Borussia Monchengladbach per continuare a rincorrere un sogno.

Hertha, bisogna fare attenzione

Il solo punto conquistato nelle ultime cinque partite e un Mainz in ripresa rendono la situazione dell’Hertha per nulla semplice; la squadra ha bisogno di una svolta (anche se la prossima è contro un Wolfsburg in corsa per la Champions) o la retrocessione rischia di diventare più di una semplice paura.