Il Karagumruk è una vera e propria colonia di ex Serie A: dopo Biglia, che abbiamo trattato non poco tempo fa, abbiamo anche il portiere Emiliano Viviano, con un posto da titolare dal suo approdo in Turchia. L’ex Sampdoria e Fiorentina è stato ceduto a titolo definitivo dallo Sporting Lisbona: l’estremo difensore ha voglia di rivalsa a 35 anni per chiudere definitivamente, nel modo migliore, la sua carriera da numero 1.

DA LISBONA, PASSANDO PER FERRARA: LA NUOVA VITA DI VIVIANO IN TURCHIA

Emiliano Viviano riparte dalla Turchia con un progetto che lo mette come titolare del reparto difensivo: l’esperienza dell’ex Serie A è importantissima per la neopromossa Karagumruk che vuole centrare la salvezza a tutti i costi e puntare, se possibile, anche ad un piazzamento in zona Europa.

Dopo 4 anni alla Sampdoria, il portiere ha vissuto un periodo di declino con il trasferimento allo Sporting Lisbona nell’estate della stagione 2018-2019. Purtroppo per lui l’allenatore Sinisa Mihajlovic, che lo aveva voluto fortemente per difendere la porta dei biancoverdi, viene esonerato prematuramente: il numero 1 italiano non scenderà mai in campo, venendo rilegato in pachina. L’occasione giunge nel mercato invernale con la SPAL in cerca di un portiere per evitare la retrocessione in Serie B. L’ex Sampdoria decide di tornare nella nostra penisola con un prestito secco per cercare di risollevare la sua carriera. Da titolare, con i ferraresi, giocherà 17 partite e, nonostante le ottime prestazioni, i biancocelesti non riusciranno a rimanere in Serie A e rispediranno Viviano a Lisbona.

Fuori dai piani anche del nuovo tecnico dei portoghesi, l’estremo difensore inizia a guardarsi intorno per trovare un progetto che potesse valorizzarlo nel migliore dei modi: alla fine, tra le tante offerte, la più allettante fu quella del Karagumruk, formazione turca neropromossa in Super Lig e pronta a costruire una rosa per salvarsi e per puntare, successivamente, anche ad un piazzamento europeo. Con la maglia da titolare garantita, Viviano non ha avuto dubbi e ha deciso di prendere il primo aereo disponibile e di volare in Turchia per chiudere nel modo migliore la sua carriera. Il suo apporto è stato positivo: la formazione turca ha stupito, andando oltre le più rosee previsioni, conquistando una nona posizione con 21 punti all’attivo. Viviano ha dispustato 16 partite, subendo 22 reti e regalando anche ottime parate che hanno permesso alla società di vincere 5 incontri e di pareggiarne 6. La sua esperienza sta aiutando un reparto difensivo non proprio eccezionale nel ripiegamento e nel posizionamento. L’inserimento di Biglia e i nuovi acquisti di Borini e Bertolacci daranno nuova linfa al numero 1 italiano che, adesso, può sentirsi un punto fermo del progetto del Karagumruk.