Gli europei sono entrati nella fase più importante e domani inizieranno i quarti di finale con Svizzera-Spagna e Belgio-Italia; nella giornata di sabato, invece, giocherà l’Inghilterra impegnata contro l’Ucraina. Uno dei giocatori della rosa di Southgate è assoluto protagonista non tanto per le vicende calcistiche (fino a questo momento non è riuscito ad essere un fattore determinante per i Tre Leoni) ma per situazioni di mercato. Parliamo di Jadon Sancho che sta per diventare un nuovo giocatore del Manchester United; affare da novanta milioni di euro più bonus per uno dei talenti più impattanti del calcio europeo degli ultimi anni. Un matrimonio che gioverà sia al ragazzo sia al club inglese.

Jadon Sancho è pronto per il grande salto

Dalle giovanili del Manchester City alla prima squadra dello United; in mezzo quattro stagioni con la maglia del Borussia Dortmund dove ha dimostrato di essere uno dei talenti più forti nel panorama calcistico. Esterno destro, in grado di giocare anche sulla fascia sinistra o come trequartista, ha nell’uno contro uno la sua caratteristica migliore. Bravissimo nel saltare l’uomo è devastante sia nello stretto, con la capacità di creare la superiorità numerica, sia in campo aperto dove sfrutta tutta la sua velocità. Al Dortmund abbiamo visto anche la sua abilità nel dialogare con i compagni (il duo con Håland ha regalato numerose soddisfazioni ai tifosi del BVB). Giocatore estremamente tecnico che andrà a completare un reparto già fortissimo; il poker offensivo formato da Rashford-Bruno Fernandes-Sancho-Cavani è pronto a far sognare i tifosi dei Red Devils.

Per il classe 2000, uno dei più forti della sua età, il salto di qualità arriva nel momento perfetto all’interno di una carriera che si preannuncia meravigliosa. Al Manchester United, uno dei club più importanti del mondo, con l’obiettivo di consacrarsi definitivamente. Jadon Sancho è pronto a confrontarsi nel campionato, probabilmente, più importante che ci sia.

Per quanto riguarda il Borussia Dortmund incassa sì 90 milioni più bonus ma perde un giocatore difficilmente sostituibile. Il club ha fatto vedere negli anni come riesca a restare competitivo nonostante la cessione di pezzi importanti (vedere Lewandowski) ma questa cessione dimostra anche l’impossibilità, da parte del Dortmund, di poter detronizzare il Bayern Monaco.