Nel monday night di Liga scendevano in campo Siviglia e Bilbao. I ragazzi di Lopetegui cercavano la vittoria per continuare a sognare il titolo nonostante un calendario per nulla semplice e tre squadre davanti. Berenguer e compagni, dopo aver fermato l’Atletico Madrid, volevano un altro risultato prestigioso in modo da sconvolgere ulteriormente la lotta al primo posto. Una partita complicata con i padroni di casa sconfitti nel finale; la rete di Inaki Williams estromette il Siviglia dalla corsa alla vittoria finale e si conferma squadra complicata da affrontare. Terminato il sogno titolo e già ottenuta la qualificazione alla prossima Champions League l’obiettivo di Suso e compagni è quello di chiudere la Liga nel miglior modo possibile.

Siviglia, sconfitta fatale

Delle quattro contendenti era sicuramente quella con meno possibilità sia per il calendario sia per essere oggettivamente inferiore al Barcellona e alle due di Madrid. Il Siviglia, però, si era costruito sul campo il diritto di crederci nonostante dovesse fare un cammino perfetto, senza margine di errore. Questa sera, al Sánchez Pizjuán, è arrivato il passo falso definitivo; la squadra è apparsa stanca, specialmente negli ultimi venti metri e neanche i cambi adoperati da Lopetegui hanno regalato i tre punti. La sconfitta, forse, è troppo pesante ma il club ha oggettivamente dato tutto quello che poteva fin quando ha potuto. Questa sera è venuta a mancare la lucidità e l’esperienza necessaria per vincere determinante partite e il sogno Liga, già difficile di suo, è sfumato.

Bilbao, arbitro della lotta al titolo

Prima l’Atletico Madrid, questa sera il Siviglia e la voglia di fermare, il prossimo sedici maggio, anche il Real. Il Bilbao sta diventato arbitro fondamentale nella meravigliosa lotta al titolo e a beneficiarne potrebbe essere il Barcellona, unica squadra a non dover affrontare i ragazzi di Marcelino nella corsa al titolo. La vittoria di oggi, però, è fondamentale soprattutto nella corsa all’Europa. Il settimo posto dista sei punti; difficile ma vale la pena provarci.