Il Trono di Spagna: Hay Liga para todos

Il weekend del Clásico solitamente è un crocevia della stagione: da lì si prende il volo per possibili fughe o grandi momenti. Potrebbe essere così per il Real Madrid uscito vincitore dall’ultima sfida del Camp Nou, ma lo scenario generale della Liga al momento non sembra prevedere una possibile fuga.

Nonostante la dimostrazione di forza e i 3 punti pesanti che cancellano nel migliore dei modi la trasferta più delicata dal calendario, il Real Madrid non ha ancora i galloni per poter sognare una vera e propria fuga. Hay Liga è il motto spagnolo per dire che il campionato è combattuto, quest’anno si potrebbe dire che Hay Liga para todos, perché mai come in questa occasione le possibilità di titolo sembrano potersi estendere oltre al tripolio Madrid-Barcellona. A inizio anno avevamo paventato l’idea di un Siviglia in lotta per il campionato fino a fine anno, e la candidatura è ancora pienamente valida, ma il discorso potrebbe estendersi anche all’attuale capolista, la Real Sociedad.

Ci sono tante contestualizzazioni da fare sul primato dei Txuri Urdin: hanno un turno in più e un solo punto di vantaggio rispetto alle prime inseguitrici, anche l’anno scorso erano partiti in testa per poi uscire anche dalla zona Champions e in generale è difficile immaginare un campionato troppo continuo anche per via del percorso parallelo in Europa League, ma in una stagione in cui la quota titolo rischia di essere la più bassa degli ultimi 15 anni, allora non è da escludere che su quelle cifre possano sognare di arrivarci anche i ragazzi di Alguacil.

Anche perché nel match del Wanda contro l’Atlético, il pareggio va decisamente stretto alla Real Sociedad: la qualità di gioco è stata decisamente superiore e ci sta essere dubbiosi sul penalty concesso per il 2-2 dei Colchoneros. Sul campo non si è vista una squadra inferiore a quella che è data come favorita per il successo finale, anche se le credenziali del pronostico a oggi forse sono rimaste in città ma sulla sponda blanca.

Una competizione aperta per tutti, con il Real in prima fila, ma lasciando aperta la porta al poker di alternative, tutte comunque a distanza di sicurezza, fino ai 5 punti di distacco del Barcellona che pur avendo perso i due scontri diretti continua a non rimanere troppo lontano in attesa di avere tutta la rosa a disposizione. Si è discusso molto sul valore effettivo del Clásico di ieri, forse il Barça-Real più ammaccato e con il minore peso specifico degli ultimi vent’anni, ma sicuramente un’immagine per farci capire che quest’anno Hay liga para todos per davvero.

Impostazioni privacy