Incredibile Alcaraz, il record è suo: strappato il primato a Nadal

Roland Garros, Carlos Alcaraz supera Zverev in rimonta e diventa campione. E intanto strappa un record a Rafa Nadal…

In un’edizione caratterizzata dalle numerose polemiche e dalle sconfitte amare per i tennisti italiani (anche se Jannik Sinner ha potuto festeggiare il primo posto nella classifica ATP proprio durante il Roland Garros), Carlos Alcaraz è diventato il nuovo re di Parigi, battendo, in oltre 4 ore di pura adrenalina, il tedesco Alexander Zverev. Per il fenomeno spagnolo si tratta del terzo Slam conquistato, traguardo che gli permette di strappare un prestigioso record al suo idolo Rafa Nadal. Vediamo di cosa si tratta.

Alcaraz è il re di Parigi: emozionante vittoria per lo spagnolo

Grazie alla vittoria sulla terra rossa del Roland Garros, a partire da oggi Carlos Alcaraz si trova al secondo posto della Classifica ATP, dietro solamente all’orgoglio italiano Jannik Sinner. Per il 21enne è la prima volta da campione a Parigi, ma è già il terzo Slam conquistato, dopo gli US Open 2022 e Wimbledon 2023. “Abbiamo compiuto un lavoro straordinario, con il mio team, che è come una famiglia”, ha dichiarato un Alcaraz visibilmente emozionato al termine del match finale contro Zverev.

A incrementare la felicità e l’emozione di Alcaraz, ci ha pensato il suo idolo Rafa Nadal. La leggenda del tennis, infatti, ha condiviso un post pieno di elogi nei confronti del giovane connazionale sui social. A mostrare il tutto al vincitore del Roland Garros, subito dopo la partita, sono stati i padroni di casa di Tennis.com: “I sogni diventano realtà. Sai chi ti ha mandato un messaggio? Rafa Nadal! Il 14 volte campione, che ha una statua qui, ti ha fatto le congratulazioni e ha confermato che ti stava seguendo per vederti vincere. Cosa significa per te?

Carlos Alcaraz
Carlos Alcaraz | EPA/YOAN VALAT – Footbola

Carlitos, ricevuta la notizia, non è riuscito a trattenere una risata e l’emozione per un riconoscimento del genere. Non è certo un evento comune ricevere complimenti da un campione, specialmente da colui che è il suo idolo e modello. Subito dopo Alcaraz ha dichiarato: “Lui è il mio idolo. Ricevere comolimenti da Rafa è qualcosa di straordinario. Non importa quale torneo sia, ma leggere queste parole per il mio primo successo qui, dove lui ha trionfato 14 volte, è incredibile”. Ha poi risposto a Nadal anche su Instagram, postando cuori e messaggi di ringraziamento nei suoi confronti.

Alcaraz ribalta Zverev, vince e… supera il record di Nadal

Alcaraz ha conquistato il primo set in 43 minuti con un punteggio di 6-3, strappando il servizio all’avversario tre volte. Poi è arrivata la risposta di Zverev, che in 51 minuti ha vinto il secondo set per 6-2. Il tedesco ha dominato anche il terzo set in 65 minuti, chiudendo 7-5: Alcaraz ha servito per il set sul 5-2 con palle nuove, ma ha perso cinque giochi di fila. Lo spagnolo si è ripreso nel quarto set, vincendolo in 40 minuti con un punteggio di 6-1. Il quinto set è stato decisivo, e Alcaraz lo ha vinto 6-2.

Oltre a sollevare l’ambito trofeo di Parigi, Alcaraz ha anche battuto un record che apparteneva proprio al suo idolo: Rafa Nadal. Come abbiamo detto, per Carlos si tratta del terzo Slam conquistato in carriera, tutti e 3 vinti su superfici diverse (US Open sul cemento, Wimbledon su erba e Roland Garros su terra), il che lo rende, all’età di 21 anni, il più giovane tennista di sempre a riuscire in questa impresa.

Impostazioni privacy