L’Italia dovrà riaffrontare l’incubo degli spareggi

L’Italia questa sera si giocava il tutto per tutto contro l’Irlanda del Nord. A Belfast i ragazzi di Mancini dovevano vincere, mantenendo i due gol di differenza rispetto alla Svizzera, per qualificarsi al prossimo mondiale; una sfida resa ancora più complicata dal fatto che Evans e compagni, davanti al proprio pubblico, avevano ancora lo zero nella casella dei gol subiti. I campioni d’Europa dovevano fornire una prestazione di livello per allontanare le critiche, alcune decisamente eccessive, dopo le ultime uscite. Per l’Irlanda del Nord, invece, la voglia di chiudere al meglio un percorso comunque positivo. La peggior partita dell’Italia di Mancini si chiude con un brutto zero a zero; un risultato che, unito al rotondo successo della Svizzera, obbliga gli azzurri a passare per gli spareggi.

Italia, quattro anni dopo torna l’incubo

A distanza di quattro anni l’Italia torna a vivere l’incubo spareggio. Nel 2017 la Svezia ci impedì di andare al Mondiale, il prossimo Marzo gli azzurri sperano di scrivere una storia diversa. La formula sarà diversa, non più una partita andata e ritorno ma due partite in gara secca che determineranno il futuro di questa nazionale. Dopo la vittoria dell’europeo ci si aspettava un cammino diverso; i ragazzi di Mancini, invece, una vittoria in cinque partite; un calo vistoso che ora porterà critiche, dubbi e tanta preoccupazione fino a Marzo. Da qui agli spareggi ci saranno solo le amichevoli nella sosta di gennaio per trovare delle soluzioni alternative a questa nazionale. Il problema principale è l’attacco dove non abbiamo un centravanti in grado di risolverti partite complicate come quella di stasera.

Ora non bisogno andare nel panico; non deve entrare nella testa dei giocatori il pensiero di non qualificarsi al prossimo mondiale. In Qatar i campioni d’Europa devono andarci. Ci sarà bisogno di un’altra Italia ma i ragazzi di Mancini hanno tutte le capacità di fornire due prestazioni di altissimo livello.

Impostazioni privacy