Italia-San Marino: bene gli azzurri sperimentali

Italia-San Marino finisce 8-0: un buon test per i ragazzi degli stage di Coverciano che vanno a valorizzare il lavoro di Giampiero Ventura. Tanti volti nuovi per una partita che non aveva risvolti ufficiali e non era valevole per classifiche FIFA ma che ha comunque dato segnali importanti sui giovani che comporranno i futuri gruppi della nazionale maggiore.

Sul campo non c’è senso: l’Italia si sbarazza della selezione sammarinese senza troppi problemi e trovando il gol dopo pochi minuti dà il la ad una sostanziale sgambata. Ben figura Gianluca Lapadula, quello che forse più di tutti aveva da dimostrare in questa serata empolese: l’attaccante ha infatti rifiutato la nazionale peruviana per vestire i colori azzurri e dopo un anno in cui ha trovato posto nel Milan solamente a sprazzi doveva convincere Ventura con una grande prova sul campo che alla fine è arrivata. 3 gol per il centravanti rossonero per mandare sensazioni di fiducia al CT e per rilanciare la propria figura anche nel panorama generale del calcio italiano.

In questo Italia-San Marino in generale si è vista la crescita collettiva di tanti giovani in grado di poter dare tanto alla causa azzurra. Alcuni di loro partiranno per l’Europeo Under 21, altri resteranno per giocare l’amichevole di Nizza contro l’Uruguay e la partita di Udine con il Liechtenstein ma il rodaggio di oggi è stato comunque prezioso.

L’avversario di oggi non era granché provante e forse sarebbe stato più opportuno affrontare qualche club ma visto il termine della stagione calcistica era improbabile affrontare una squadra di fatto già in vacanza. Rimane comunque il forte rispetto per la nazionale di San Marino che ha bisogno di misurarsi contro selezioni di prima fascia per aiutare il calcio locale a trovare una propria evoluzione.

Impostazioni privacy