“Questa è la Nazionale più forte degli ultimi 20 anni”: lo dice Di Biagio ma lo pensano tutti gli italiani. Vedendo, infatti, la rosa ma soprattutto la probabile formazione titolare con cui gli azzurrini si presenteranno in Polonia viene da pensare che l’Italia Under-21 possa davvero far bene. Si può sognare ma bisogna crederci: deve essere questo lo slogan con cui la nazionale azzurra andrà ad affrontare l’Europeo; questi ragazzi hanno tutte le carte in regola per scrivere una pagina bellissima del calcio italiano e dimostrare che il movimento giovanile azzurro non ha nulla da invidiare agli altri. Un successo, inoltre, sarebbe un segnale forte per Ventura in vista dei Mondiali del prossimo anno. Ma con quali elementi si presenta l’Italia Under-21 a questo importante appuntamento come l’Europeo? Andiamo a scoprirlo.

Italia Under-21, qualità in ogni reparto

Di Biagio sa che per vincere un torneo è fondamentale cercare di prendere meno goal possibili ed allora ecco che, a difendere i pali azzurri, troviamo Gianluigi Donnarumma; l’estremo difensore rossonero, in questa stagione, ha dimostrato di essere un portiere forte con ampi margini di miglioramento. Se tutto va come previsto nel Mondiale del 2022 difenderà la porta dell’Italia dei grandi ma nel frattempo se lo gode l’Under-21. Da tenere d’occhio Alessio Cragno che, grazie alle sue parate, ha contribuito a far salire il Benevento in Serie A; se viene soprannominato Uomo Cragno un motivo ci sarà. Per quanto riguarda la linea difensiva la stella è Daniele Rugani; il centrale bianconero gioca poco con la maglia della Juventus ma in nazionale sta dimostrando grandi cose. Accanto a lui, molto probabilmente giocheranno Mattia Caldara e Andrea Conti; i due talenti esplosi nell’Atalanta vogliono coronare una stagione magica con la vittoria dell’Europeo. A centrocampo qualità e tecnica rispondono al nome di Lorenzo Pellegrini, centrocampista su cui vi è l’interesse di mezza Europa ma che sembra destinato ad andare alla Roma; le sue geometrie e i suoi inserimenti possono fare la differenza in mezzo al campo. Accanto a lui abbiamo Roberto Gagliardini autore di una grande prima parte di stagione con l’Atalanta ed una buona seconda metà con l’Inter. Da chi dobbiamo aspettarci i goal decisivi? Berardi potrebbe essere la risposta giusta: l’attaccante del Sassuolo, dopo un’annata travagliata a causa di numerosi problemi fisici, cerca il riscatto con la maglia azzurra. Occhio anche ad Andrea Petagna uno che segna poco ma che non si tira mai indietro (la sua cattiveria agonistica può essere fondamentale). Una menzione particolare la merita Federico Bernardeschi, il giocatore di più estro nel reparto offensivo. Da lui possono partire tutti i pericoli azzurri.

Italia Under-21, attenta al girone

Germania, Repubblica Ceca e Danimarca: ecco le avversarie dell’Italia Under-21 in questo Europeo. La nazionale tedesca è quella più pericolosa e, molto probabilmente, è con loro che gli azzurrini si giocheranno il primo posto nel Gruppo C. I ragazzi di Di Biagio, però, devono fare attenzione anche a Repubblica Ceca e Danimarca perché non staranno a guardare ma soprattutto perché in una torneo come l’Europeo nulla deve essere lasciato al caso.

Rosa

Ecco la lista completa dei giocatori scelti da Di Biagio per l’Europe Under-21 in Polonia.
Portieri: Alessio Cragno (Benevento), Gianluigi Donnarumma (Milan), Simone Scuffet (Udinese) Difensori: Antonio Barreca (Torino), Davide Biraschi (Genoa), Davide Calabria (Milan), Mattia Calara (Atalanta), Andrea Conti (Atalanta), Alex Ferrari (Verona), Nicola Murru (Cagliari), Daniele Rugani (Juventus). Centrocampisti: Marco Benassi (Torino), Danilo Cataldi (Genoa), Roberto Gagliardini (Inter), Alberto Grassi (Atalanta), Manuel Locatelli (Milan), Lorenzo Pellegrini (Sassuolo). Attaccanti: Domenico Berardi (Sassuolo), Federico Bernardeschi (Fiorentina), Alberto Cerri (Pescara), Federico Chiesa (Fiorentina), Luca Garritano (Cesena), Andrea Petagna (Atalanta).