Jack Grealish è stato indubbiamente uno dei protagonisti di questa Premier League. In un anno turbolento per il calcio inglese, Grealish è diventato il faro dell’Aston Villa, riuscendo a stupire anche il ct dell’Inghilterra, Gareth Southgate. Nonostante la grande stagione però, nessun club per ora ha mostrato interesse verso il giocatore. Ed è un caso particolare, perché come andremo a vedere, il 25enne nato a Birmingham ha dato prova di essere un elemento davvero interessante.

Grealish gioca principalmente nel ruolo di ala sinistra, non un’ala a tutta fascia ma che cerca di essere l’anello di congiunzione tra centrocampo e attacco. Le sue Heat Map mostrano come la sua area di preferenza sia una zona un po’ più centrale del campo, in alcuni casi agendo quasi da trequartista.

La Heat Map di Grealish nella partita contro il Tottenham. Tutte le altre potrete vederle qui.

La stagione appena conclusa ci ha mostrato come esista un’Aston Villa con Grealish e un’Aston Villa senza Grealish. Le sue abilità sul fronte offensivo hanno aiutato i Villans ad essere più prolifici negli ultimi metri. Il gioco proposto da Smith, ne ha beneficiato: il talento Villans consente alla squadra di praticare una manovra più fluida.

Il profilo di Grealish

Il profilo di Grealish è interessante. Offensivamente è una garanzia. È indubbiamente uno dei migliori giocatori in Premier nel suo ruolo. 4,4 passaggi in media a partita realizzati negli ultimi 25 metri, con una percentuale di successo impressionante del 72,12%. Gioca molto il pallone in questa zona di campo, fa tanti tocchi e cerca sempre la giocata per liberarsi e servire i compagni in area di rigore negli spazi stretti. A tal proposito è un dato interessante quello dei dribbling a partita tentati: ben 8,24 con un 70% di successo. Non è un caso infatti, che Grealish sia il giocatore che ha subito più falli in questa Premier League, addirittura 110. In questa stagione tra l’altro, ha realizzato 12 assist saltando 10 partite per vari infortuni. Il suo apporto, sia all’interno dell’area di rigore sia fuori, è fondamentale. Grealish è molto agile e si muove bene nello stretto, esegue in media 4 passaggi a partita in the box, con una percentuale di riuscita del 77%.

Fisicamente è un giocatore molto resistente e tenace. Ha una buona agilità di base che unita alla tecnica, al talento e all’intelligenza calcistica ne fanno un giocatore imprevedibile e vera bestia nera per gli avversari.

Un futuro quasi incerto

Ciò che risulta quasi paradossale è che dopo la sua grande stagione nessun club, stando alle indiscrezioni dei tabloid inglesi, abbia mostrato un interesse per Grealish. Da quanto riporta il Telegraph, alcune fonti danno il Manchester United (ormai sempre presente quando si parla di calciomercato) come principale pretendente per il cartellino dell’esterno inglese. Al di la delle voci di mercato, che spesso lasciano il tempo che trovano, Grealish è stato indubbiamente uno dei migliori giocatori di questa Premier League al pari di campioni come Kevin De Bruyne o Bruno Fernandes. I suoi numeri sono impressionanti e personalmente, è pronto a fare il grande salto in una big europea. Ecco perché è strano il fatto che nessuno abbia deciso di puntare su di lui.

Una prima risposta può essere data dal fatto che gli Europei alle porte possono essere fondamentali per il suo futuro. La convocazione quasi certa in Nazionale, permetterà al ragazzo di mostrare tutto il suo talento in una piazza davvero importante come quella di un Campionato Europeo. È anche vero però, che il ruolo in cui teoricamente potrebbe giocare è molto ambito, c’è tanta concorrenza. Ad ogni modo, Grealish ha messo in conto anche la possibilità di poter diventare una bandiera dell’Aston Villa. Per lui, nato a Birmingham nel borgo di Solihull tra tifosi Villans, questa società è forse qualcosa in più che una semplice squadra.

PUBLICATIONxINxGERxSUIxAUTxONLY Copyright: xCarlxRecinex 59326794

Ad ogni modo abbiamo potuto apprezzare quest’anno una realtà interessante come l’Aston Villa, capace di rimanere per parecchio tempo nella top 10 della Premier League. Con i Villans è esploso definitivamente il talento di Jack Grealish, un ragazzo che potrebbe tornare utile e a diversi club europei. Un giocatore che dia quella qualità negli ultimi metri, tenace e intelligente non è da sottovalutare. A prescindere dalla scelta che farà per il suo futuro, siamo sicuri che Jack the Villan sia destinato a un grande futuro, magari anche lontano dalla sua terra inglese.

Tutti i dati sono stati presi da fbref.com. La Heat Map della gara contro il Tottenham proviene da whoscored.com.