Jozo Simunovic, il marcantonio dai piedi educati

Negli ultimi giorni il nome di Jozo Simunovic sta nuovamente circolando sui rotocalchi italiani, pare infatti che il Torino sia tornato a farsi sotto per il difensore croato. Ricorderete che, durante il calciomercato della scorsa estate, il trasferimento saltò soltanto a causa del mancato superamento delle visite mediche da parte del calciatore del Celtic.

Simunovic stava infatti recuperando dalla rottura del legamento crociato che lo aveva costretto a stare ai box per praticamente tutta la stagione passata, e per questa motivazione il DS del Torino Petrachi non se la sentì di portare a termine un investimento così rischioso. Ora, tuttavia,la questione è completamente diversa, Jozo si è ristabilito appieno ed è tornato a essere una pedina fondamentale nello scacchiere di Brendan Rodgers, come testimoniato dalle 12 presenze in Scottish Premiership, le 2 in Champions League e le 5 nella Coppa di Lega vinta dal Celtic.

Il classe 1994 era arrivato in Scozia nell’estate del 2015, più come una certezza che come una scommessa, era infatti segnalato dagli addetti ai lavori come uno dei più grandi talenti a livello europeo, tanto che il Celtic pagò addirittura più di sette milioni di euro per strapparlo alla Dinamo Zagabria. 

Simunovic è un marcantonio alto un metro e novanta, ma nonostante la sua mole è dotato di una più che discreta rapidità di movimento, due caratteristiche abbinate che lo rendono il prototipo di calciatore perfetto per le idee di gioco di Sinisa Mihajlovic, che predilige mantenere una linea difensiva a quattro sempre alta e votata al pressing. La sua altezza sarebbe inoltre fondamentale per sopperire ad una delle maggiori problematiche della difesa granata in questa prima parte di stagione, ovvero la vulnerabilità nel gioco aereo, che sino a qui è costata parecchie reti a sfavore. Il giovane difensore è inoltre molto duttile e anche se è un destro naturale può ben disimpegnarsi nel ruolo di marcatore sinistro, oltre a essere molto utile anche per far ripartire l’azione.

Come sappiamo le strade del mercato sono infinite, ma quello di Simunovic potrebbe essere un ottimo acquisto per il Torino, società che negli ultimi anni ha dimostrato di lavorare davvero bene coi giovani.

Impostazioni privacy