Kantè: il maratoneta di Leicester

N’Golo Kantè centrocampista francese di origini maliane, l’uomo chiave che ha portato il Leicester a compiere l’impresa. Nelle prime apparizioni ad inizio stagione non si faceva notare per niente, il suo stile di gioco è fatto di sostanza.

Step by step, come dicono gli inglesi, il giovane centrocampista ha preso il comando delle operazioni, proprio nel punto nevralgico del campo, lì in mezzo, dove tutto si decide. Grande corsa e concentrazione assoluta hanno permesso a Kantè di diventare uno se non il migliore mediano della Premier.

Chiaro, non è un giocatore da copertina, non sarà mai uomo marketing per una campagna di profumi o intimo che sia: Kantè è un giocatore vero, da diverso tempo non si vedeva una dedizione ed umiltà applicata su un rettangolo di gioco. Kantè corre corre corre ma non è finita qui oltre ad essere un distruttore di gioco, quando ha la palla tra i piedi si è dimostrato preciso e con una discreta tecnica.

Si abbinano nel francese quantità e qualità. Spesso nel corso della stagione la verticalizzazione immediata partiva dai suoi piedi, per innescare i vari Vardy, Mahrez ed Ulloa. A dimostrazione che oltre alle doti di maratoneta abbina quelle da trequartista. Questo il suo primo ruolo, quando partì dalla nona serie francese, in una squadra della periferia parigina.

Dopo aver festeggiato ieri la conquista del campionato col suo Leicester Kantè partirà quest’estate per l’Europeo, dove con la sua Francia proverà a stupire ancora, corsa dopo corsa, come in una maratona, la maratona di N’Golo Kantè.

Impostazioni privacy