Grande festa all’AFAS Stadion per l’AZ Alkmaar che vince contro il Psv e agguanta i rivali al secondo posto in classifica: una rimonta incredibile quella dei biancorossi di casa che, dopo un inizio delicato di stagione, hanno recuperato posizione su posizione fino ad tornare sul secondo gradino del podio. L’Ajax ringrazia e ha l’occasione definitiva per archiviare l’Eredivisie.

AZ ALKMAAR STRARIPANTE: SCHMIDT DEVE ARRENDERSI AI PADRONI DI CASA

Schmidt non può far altro che arrendersi: il suo Psv affonda sotto i colpi dei padroni dell’AFAS Stadion con una disfatta che brucia doppiamente, perchè vede i rivali raggiungere proprio la seconda posizione, occupata già dai Boeren. Un passo falso che consegna, in caso di successo, il titolo all’Ajax che fuggirebbe defintivamente, anche se la matematica lascerebbe ancora tutto aperto: rimane in discussione il pass diretto per l’Europa League che, adesso, è l’obiettivo primario dei ragazzi di Slot.

Una giornata di infermo quella vissuta ad Alkmaar da parte della società di Eindhoven che, già nel primo tempo, vede gli avversari dominare in tutte le zone del campo. L’AZ tiene alta la pressione, gioca con sicurezza e con verticalità e questo crea più di un problema alla retroguardia ospite: il vantaggio è immediato, dopo appena 4 minuti di orologio, grazie alla conclusione di Karlsson. Lo svedese sale a quota 9 in classifica marcatori mettendo nel mirino il record di 11 gol ottenuto nella stagione 2020 con l’Elfsborg. Nella ripresa il Psv alza il baricentro, ma gli attaccanti sono poco precisi e, nonostante il predominio a centrocampo, gli ospiti non riescono a scardinare l’ottima organizzazione dell’AZ. I padroni di casa sono più solidi, precisi e cinici e trovano il raddoppio grazie a Koopmeiners al 70′: la rete è essenziale perchè fa calare il sipario e chiude i giochi. Il centrocampista, utilizzato anche da difensore centrale, è arrivato a quota 15 marcature in 27 gare, dsitruggendo l’argamente il suo record personale di 11 centri in un solo campionato.

L’AZ Alkmaar può esultare con una vittoria fondamentale alla rincorsa del secondo posto: battere i diretti rivali permette ai biancorossi di agganciarli sul secondo gradino del podio. Il Vitesse non va oltre il pari con il Willem II e questo permette di distanziare anche i gialloneri con un gap più sicuro. Il Psv può solo recriminare nella poca precisione e convizione con una rosa che ha perso le sue certezze e le sue sicurezze, soprattutto da quando il distacco dall’Ajax è diventato abissale. Il ko potrebbe permettere alla capolista di ampliarlo ulteriormente salendo a +11 in caso di successo contro l’Ado den Haag: a Ten Hag, poi, manca anche un partita che catapulterebbe la prima della classe ad un potenziale +14. Adesso è essenziale per Schmidt blindare il secondo posto per avere il pass diretto per i gironi di Europa League.