La voglia di riscattare la pesante sconfitta in Champions League contro il PSG, l’obbligo di conquistare i tre punti per sfruttare il passo falso dell’Atletico Madrid e avvicinarsi alla vetta. Con questi propositi il Barcellona affrontava i ragazzi di Cervera reduci da quattro sconfitte consecutive e alla ricerca disperata di punti salvezza. Una partita particolare per Messi che, nei tre precedenti, non era mai riuscito a segnare al Cadice. Tabù sfatato dopo mezz’ora grazie ad un calcio di rigore. Alla fine, però, il Barca non è riuscito a conquistare i tre punti; l’uno a uno finale, oltre a interrompere una striscia di sette vittoria consecutiva, impedisce ai ragazzi di Koeman di rientare definitivamente in corsa per il titolo.

Barcellona, incubo Cadice

Una partita fondamentale dopo l’ennesima delusione in Champions League; il Barcellona non poteva permettersi errori se voleva credere ancora nel titolo. Al Camp Nou, però, si è materializzato per la seconda volta l’incubo Cadice; dopo la sconfitta dell’andata, infatti, Negredo e compagni hanno imposto il pari mettendo, probabilmente, la parola fine ai sogni di gloria dei blaugrana. Mercoledì, vincendo il recupero, si può andare a meno cinque ma quella di oggi era una chance incredibile per rientrare in corsa; il Barcellona non è riuscito a sfruttarla confermando quanto questa stagione sia decisamente negativa. L’errore commesso oggi è stato quello di tenere la gara in piedi fino alla fine senza trovare la rete del raddoppio. Vincendo si tornava in corsa per la Liga; con questo pareggio il rischio è aver abbandonato l’ultima speranza di rendere positiva la stagione.

Cadice, punto d’oro

Il Cadice ha avuto il merito di non uscire dalla partita dopo aver subito lo svantaggio; i ragazzi di Cervera ci hanno creduto fino alla fine e sono stati premiati con un punto d’oro in chiave salvezza. Ottenere un risultato positivo al Camp Nou può rappresentare una spinta determinante nella corsa per la permanenza in Liga.