A Santa Perpètua de Mogoda la prima cosa che notereste, probabilmente, è il riera de Caldes, che costeggia l’intero comune. Il fiume si arresta nel Parc de la Serralada de Marina, senza sfociare nel Mediterraneo: si ferma pochi minuti d’auto da Barcellona, ben più nota. Diventare grandi cominciando all’ombra di chi è leggenda è difficile, ma non ditelo a Gerard Moreno.

Gerard Moreno, stagione indimenticabile

Nel piccolo comune catalano, quasi 29 anni fa, nasceva l’attaccante che oggi riempie le prime pagine spagnole: una doppietta in Europa League per marcare anche il palcoscenico più prestigioso, ma Gerard alle sue origini è rimasto molto legato. In Spagna, i numeri sono mostruosi: 14 reti in 19 apparizioni ed una media di un gol ogni 117 minuti. Le statistiche, spesso fredde e relative, Moreno ha saputo anche contestualizzarle: delle sue marcature, 4 le ha messe a segno in due doppiette, sottolineando la continuità sotto porta cominciata la scorso anno in Liga. Gerard è stato il miglior marcatore spagnolo della scorsa stagione, trascinando il Villarreal in Europa e sognando, per un attimo, la Champions.

Nato esterno offensivo ma ormai centravanti a tutti gli effetti, la dinamicità e l’imprevedibilità lo stanno rendendo tra i migliori calciatori del panorama, non più solo spagnolo: il 2-1 al Salisburgo nel ritorno dei sedicesimi porta la sua firma e non può passare inosservato a Luis Enrique. In nazionale, Gerard era stato convocato per la prima volta nell’autunno del 2019: da quel momento, la sua presenza tra le furias rojas si è fatta sempre più frequente. La duttilità, il sacrificio e la qualità sono armi che il ragazzo di Santa Perpètua si sta giocando molto bene in vista degli Europei della prossima estate.

Photo by Fabrice Coffrini/AFP via Getty Images

Gerard deve riconfermare il submarino amarillo in campionato. La Champions quest’anno è forse utopia, visto il distacco dal quarto posto, ma le spagnole con l’Europa League hanno un feeling particolare: la finale del 26 maggio di Danzica potrà iscrivere Moreno e il suo Villarreal nella storia.