Il Lipsia, nella passata stagione di Bundesliga vinta dal Bayern Monaco, ha chiuso al secondo posto con la miglior difesa del campionato. I soli trentadue gol subiti (meno di una rete a partita) sono stati merito di Upamecano e Konaté. La coppia, però, è stata ceduta con il primo direzione Allianz Arena mentre il secondo è stato acquistato dal Liverpool; due perdite pesanti per il club e soprattutto l’allenatore, Marsch, che dovrà lavorare molto se vorrà tenere i Roten ad alti livelli. Sul mercato il colpo grosso porta il nome di André Silva; per quanto riguarda la difesa, invece, sono arrivati Simakan e Gvardiol. Andiamo a vedere come cambierà il reparto arretrato del Lipsia.

Il Lipsia riparte da Simakan-Gvardiol

Uno arriva dallo Strasburgo, l’altro dalla Dinamo Zagabria; due difensori giovani che avranno il compito, per nulla semplice, di sostituire Upamecano e Konaté. Il primo impegno ufficiale sarà il prossimo sette agosto, contro la Sandhausen, nel primo turno di DFB-Pokal. Una sfida in cui si potrà capire il livello d’intesa di questa nuova coppia in vista di una stagione dove il Lipsia è chiamato a restare in vetta in Bundesliga e fare bella figura in campo internazionale. Dal punto di vista tattico parliamo di due giocatori forti fisicamente, abili nel gioco aereo, in fase di marcatura e nel costruire l’azione dal basso; la loro giovane età li rende acerbi sotto tanti fondamentali (a volte sono troppo irruenti) nonostante Gvardiol venga da un europeo giocato da protagonista in una nazionale che ha faticato più del previsto.

Difensori giovani ma con un curriculum già discretamente importante; ora la chiamata del Lipsia per la definitiva consacrazione in un campionato che, negli ultimi anni, ha confermato di essere cresciuto molto dal punto di vista tattico. Nella stagione della ricostruzione i Roten si affidano a Simakan e Gvardiol, difensori di prospettiva e affidabilità.