Si conclude l’anno per l’AZ Alkmaar che si può concedere un meritato riposo in vista della sosta invernale dell’Eredivisie: tre punti preziosi contro il Groningen che non interrompe la serie positiva di risultati e che rilancia la società ad ambizioni europee importanti. Un grandissimo lavoro quello di Jansen che ha ricostruito una formazione che ha perso tutti i migliori giocatori nel mercato estivo: enormi soddisfazioni anche in Conference con il passaggio agli ottavi dopo aver dominato il girone.

LA RINASCITA DELL’AZ: UN INIZIO HORROR PER CREARE UN NUOVO CICLO

Non può passare inosservata la risalita dell’AZ Alkmaar in Eredivisie dopo un avvio da dimenticare: la vittoria contro il Groningen all’AFAS Stadion ha permesso ai biancorossi di raggiungere il 5° posto in classifica, in attesa della gara del Twente. Il terzo posto rimane distante, ma i numeri e il passo ricordano molto il club che, negli ultimi due anni, ha dato fastidio ai campioni d’Olanda dell’Ajax.

Questi risultati sono ancora più importanti se si torna indietro con la memoria: solo nel mercato estivo, la società, ha deciso di far partire Bizot, Koopmeiners, Stengs e Boadu, torgliendo quella spina dorsale che aveva fatto volare la squadra sotto la mano esperta di Slot. Un duro colpo perdere tutti questi elementi insieme: Jansen, l’attuale allenatore, ha dovuto compiere un vero e proprio miracolo per non far disunire la rosa e per ridare motivazioni ad un gruppo che non aveva più punti di riferimento. Il campionato attuale non è stato rose e fiori per l’AZ che ha iniziato nel peggiore dei modi, perdendo subito il treno per il titolo e rimediando solo 5 punti nelle prime 5 gare: con il passare delle giornate il gruppo ha trovato forza, gioco e coraggio risalendo fino alla quinta posizione. Il successo contro il Groningen ha permesso di ampliare una serie positiva di risultati che dura 7 novembre, precisamente dopo la sconfitta contro il Feyenoord. Da quel momento in poi 10 match senza ko con 3 pareggi e 7 trionfi consecutivi, considerando tutte le competizioni. In Eredivisie sono 7 i risultati utili consecutivi con 5 vittorie di fila: Jansen è stato bravo ha ritrovare gli equilibri con una difesa che è meno disattenta e un attacco che ha assimilato i giusti meccanismi per andare a rete.

Karlsson, autore della rete che ha permesso di superare il Groningen, è una delle conferme più importanti, insieme a De Wit e al fratello di Koopmeiners. Il 4-3-3 adottato sta portando i suoi frutti con una difesa più coperta e un centrocampo in grado di accorciare e di spingere a seconda del possesso di palla. Grande motivazione ha dato anche il girone di Conference League che l’AZ ha dominato, chiudendo in testa e volando direttamente agli ottavi di finale, contro ogni più rosea previsione. Adesso c’è tempo per riposare e di prepararsi ad un girone di ritorno che è appena iniziato: senza quei passi falsi iniziali, la società di Alkmaar avrebbe potuto dire la sua come outsider per il titolo.