Una sfida sulla carta già decisa ma, in Champions League, i miracoli accadono; la Lazio, dopo aver disputato un ottimo girone, si è guadagnata la possibilità di sfidare i campioni in carica, la squadra più forte di tutti. Parliamo del Bayern Monaco capace, con la vittoria nel Mondiale per Club, di eguagliare il record del Barcellona di sei trofei in un anno solare. Non sarà una sfida semplice per i ragazzi di Inzaghi che potranno contare su Ciro Immobile, già cinque gol in questa competizione. Il centravanti azzurro si troverà di fronte Lewandowski. La scarpa d’oro contro il nove più forte del mondo; la sfida dell’Olimpico sarà decisa da due grandi attaccanti.

Lazio, Immobile all’esame di laurea

Immobile, in questa Champions League, si è già tolto una grande soddisfazione dimostrando di essere un grande centravanti anche a livello europeo; ora l’attaccante della nazionale si troverà di fronte la sfida più complicata. Battere il Bayern Monaco non sarà impresa facile ma Immobile ha tutte le caratteristiche per mettere in difficoltà la difesa bavarese; la sua capacità di attaccare la profondità e favorire l’inserimento dei centrocampisti può essere l’arma in più contro una retroguardia che non sta attraversando un gran momento. Servirà la partita perfetta per scrivere una meravigliosa pagina nella storia del calcio europeo.

Lewandowski, la certezza del Bayern Monaco 

(Photo by Ronald Wittek – Pool/Getty Images)

In un momento in cui il Bayern, tra assenze e risultati deludenti, non è al massimo resta una grande certezza: Robert Lewandowski, ventisei gol in ventidue giornate di Bundesliga, è in grado di mettere in difficoltà la retroguardia biancoceleste in qualsiasi modo. Pericoloso di testa, letale all’interno dell’area di rigore, dotato di ottima tecnica, è attualmente il centravanti più forte del mondo. La Lazio dovrà vedersela anche con le statistiche: il polacco, in questa competizione, ha segnato solo tre gol ed è molto difficie pensare che non metta il timbro in un ottavo di finale.