Le 5 partite più interessanti del weekend: arriva il momento di Arsenal-Manchester United

Porto – Benfica, venerdì ore 21.30

È giunto il momento del Clássico tra le due compagini più forti della terra lusitana. Quello tra Porto e Benfica non è mai un incontro banale, perché significa storia, tradizione, cultura e prestigio. All’Estadio do Dragao andrà in scena una partita che va ben oltre i 90′ minuti di gioco; vincere significherebbe onore per mesi di tempo in terra portoghese, mentre una sconfitta brucerebbe oltre che per motivi di classifica, anche nell’orgoglio dei tifosi di una delle due compagini. Inoltre, la situazione di classifica in Primeira Liga è quantomeno interessante, con i padroni di casa a +3 sui Rossi, e con uno Sporting CP in seconda posizione, e pronto ad approfittare di ogni scivolone delle compagini avversarie. Da entrambe le parti ci sono delle assenze pesanti, che rispondono al nome di Jesus Corona ed Otavio per il Porto, e Jardel ed Alex Grimaldo per il Benfica. Si prospetta uno scontro alla pari per le due realtà più grandi del Portogallo, intente a stabilire delle gerarchie ben marcate già da ora, per il prosieguo della stagione.

Paride Coti

Bayer Leverkusen-Borussia Dortmund, sabato ore 15:30

Alla BayArena di Leverkusen va in scena un match tra due squadre che stanno attraversando momenti completamente opposti. Da un lato il Leverkusen, reduce da 8 risultati consecutivi (4 vittorie e 4 pareggi); i ragazzi di Heiko Herrlich, nell’ultima partita casalinga, sono stati in grado di rimontare in Lipsia nonostante l’inferiorità numerica. Situazione completamente diversa per il Dortmund che, dopo la clamorosa rimonta subita nel derby con lo Schalke, ha bisogno di una scossa per tornare ad essere protagonista in Bundesliga. La società del BVB è stata chiara: Bosz o vince o sarà esonerato. Leverkusen-Dortmund, obiettivi diversi: il Bayer per il sorpasso in classifica, il Borussia per la rinascita.

Saverio Fattori

Besiktas-Galatasaray, sabato ore 17.30

Sarà una vera e propria guerra il match che andrà in scena alla Vodafone Arena, valido per la quattordicesima giornata di Super Lig turca. Il grande smalto del Besiktas messo in mostra in Champions League servirà agli uomini di Senol Gunes per accorciare un divario con i rivali cittadini del Galatasaray già troppo largo per le effettive rose. I bianco-neri si presentano a questo importante appuntamento con delle pesanti assenze, tra cui quelle di Pepe ed Erkin. I Galati dovranno rinunciare ancora una volta a Denayer, il cui rientro sarà posticipato al prossimo impegno, ma con la sicurezza assimilata nei scorsi turni di campionato. In un calcio turco che sembra essere tornato ai fasti di una volta, sarà un piacere assistere ad una partita di così grande importanza, in una cornice di tifo veramente unica. La trilogia dei derby di Istanbul tra Besiktas, Fenerbahce e Galatasaray continua domani, con uno scontro che promette spettacolo in tutti i sensi.

Paride Coti

Arsenal- Manchester United, sabato ore 18:30

Tre vittorie consecutive arrivate dopo la brutta sconfitta contro una big: il cammino di Arsenal e Manchester United nelle ultime quattro partite è praticamente identico e lo scontro diretto non poteva arrivare in un momento migliore. La squadra di Wenger è riuscita a trovare la quadratura del cerchio dopo un brutto avvio: Sanchez ha ritrovato il giusto feeling con il gol, Ozil è tornato ad illuminare la squadra con le sue grandi giocare e gli assist con il contagocce, la difesa ha finalmente compiuto lo step successivo per diventare una diga invalicabile. Lo scoglio da superare adesso però porta il nome di Manchester United, una squadra che forse nelle ultime uscire non ha convito più di tanto, ma eh ha tutto il potenziale per puntare al titolo in questa stagione. Con il ritorno di Ibrahimovic e Pogba la squadra di Mourinho ha ritrovato due tasselli importantissimi per la corsa al primo posto: superare i Gunners e mettere in cassaforte i tre punti darebbe una svolta importante al campionato e metterebbe pressione ad un City fino ad ora infallibile.

Ada Cotugno

Athletic Bilbao-Real Madrid, sabato ore 20.45

A chiudere il sabato di Liga ci sarà una sfida storica. Bilbao contro Madrid, Paese Basco contro la Capitale, Atheltic contro Real. In passato la sfida aveva uno sfondo politico ben differente da quello attuale ma questa sfida ha sempre grande fascino. Anche perché sono le due squadre assieme al Barcellona a non essere mai retrocessi. Il Real si gioca tanto per il discorso titolo visto che ha accorciato sul Barça e dopo questa partita partirà per il Mondiale per Club. L’Athletic sta andando male e ha bisogno di punti per allontanarsi dalla zona retrocessione.

Simone Gamberini

Impostazioni privacy